La Repubblica Popolare della Corea del Nord risponde col fuoco alla propaganda della Corea del Sud

Traduzione di Anonino Santoro

E’ in corso l’evacuazione della popolazione civile in un luogo sicuro

La Corea del Sud ha portato al massimo il livello di preallarme del proprio esercito dopo che la Corea del Nord ha aperto oggi il fuoco su alcune postazioni militari. In particolare sono stati colpiti alcuni altoparlanti posizionati nella parte occidentale della zona demilitarizzata ed usati dalla Corea del Sud per svolgere campagne di propaganda contro la Repubblica Popolare del Nord. Si tratta in tutto di dodici altoparlanti posizionati a distanza di due chilometri dagli avamposti nord coreani. Una fonte nel Ministero della difesa nazionale della Repubblica di Corea ha informato l’agenzia TASS che nello stesso tempo sono aumentate le divisioni dell’esercito nord coreano lungo tutta la zona demilitarizzata. L’agenzia nord coreana Yonhap ha informato che la Corea del Nord ha promesso di iniziare azioni militari se “Seul continuerà a svolgere questa propaganda di guerra”.КНДР ответила огнем на пропаганду Южной Кореи

L’agenzia KBS comunica che a seguito del fuoco uno dei altoparlanti è stato danneggiato e che la popolazione civile ha lasciato Yeoncheon nella provincia di Gyeonggi per essere evacuata in un posto sicuro. La Corea del Sud intende svolgere una riunione d’emergenza del Consiglio di sicurezza nazionale.

L’incidente è avvenuto circa alle 16 locali (ore 10 di Mosca). Ancora non vi sono comunicazioni riguardo il tipo di armi usato dalla Corea del Nord anche se LifeNews informa che PiongYang ha usato un sistema a fuoco multiplo.

In risposta, la Corea del Sud ha aperto un fuoco di artiglieria verso la zona da dove sono partiti gli spari nord coreani scaricando decine di proiettili da 155 millimetri.

Secondo Yonhap la Corea del Nord ha dichiarato di essere pronta a sparare nuovamente verso gli altoparlanti sud coreani già questo fine settimana se le trasmissioni non verranno interrotte. Alla vigilia l’agenzia d’informazione, rifacendosi ad una fonte anonima, aveva informato che l’esercito nord coreano aveva rinforzato il proprio grado di allerta lungo la linea di demarcazione della zona demilitarizzata. La fonte ha anche affermato che l’esercito ha aumentato la frequenza e l’intensità delle esercitazioni dell’artiglieria.

KBS ha anche comunicato che nel corso degli ultimi giorni i militari nord coreani si sono esercitati a colpire gli altoparlanti della Corea del Sud. Le forze armate della Corea del Sud che si trovano lungo la zona demilitarizzata si trovano ora al massimo livello di allerta.

Ad inizio mese due militari sono finiti su una mina posta nella parte sudcoreana della zona demilitarizzata e Seul ha accusato Pyongyang di quanto successo. La scorsa settimana la Corea del Sud ha iniziato lungo il confine la trasmissione di messaggi propagandistici indirizzati ai soldati nord coreani e ai civili delle zone confinanti. A sua volta la Corea del Nord ha riattivato la propria campagna propagandistica che era stata interrotta grazie ad un accordo bilaterale nel 2004. del 20 Agosto 2015 – redazione NG Online

Antonino Santoro

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa. antosha87sr@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.