Francois Hollande e Vladimir Putin trovano un accordo sullo scambio di dati

Fonte: Kommersant 26/11/2015. Traduzione di Marcello De Giorgi

Il presidente francese Francois Hollande ritiene necessario rafforzare il coordinamento in Siria, al fine di evitare incidenti, come quello accaduto al Su-24. “È necessario rafforzare il coordinamento tra i nostri paesi affinché le forze militari presenti nella regione, e gli aerei che porteranno attacchi, non entrino nello spazio aereo dell’altro e non poteva interferiscano tra loro, cosa che porta a terribili conseguenze “, – ha detto il Signor Hollande al canale televisivo” Russia 24 “.

Il presidente francese ha detto che lui e Putin ha accettato di colpire solamente il gruppo terroristico vietato in Russia “Stato islamico” (IS) e hanno deciso di condividere informazioni per prevenire attacchi contro i gruppi che sono a loro volta alle prese con lo Stato islamico. “Il Signor Putin ed io abbiamo concordato su tre punti principali. In primo luogo, stiamo andando ad intensificare lo scambio di informazioni e di informazioni tra le nostre forze. Gli attacchi allo Stato islamico diventeranno oggetto di un lavoro coordinato al fine di migliorare l’efficacia di queste azioni, “- ha detto il signor Hollande.

“In terzo luogo, anche Putin ha posto l’accento sul fatto che dobbiamo concentrare i nostri attacchi aerei verso lo Stato islamico e gli altri gruppi terroristici. Vorrei sottolineare che l’Europa sta mobilitando le sue forze nella lotta al terrorismo. Io stesso ho chiesto ai ministri della difesa di tutti i paesi europei di poter prendere decisioni necessarie per un’azione coordinata. Sarà coinvolta anche il Regno Unito, ieri ho parlato con Cameron e discusso alcuni problemi con la signora Merkel “- ha aggiunto.

A sua volta, Vladimir Putin ha detto che l’esercito siriano con il sostegno della Russia ha intensificato gli attacchi nel luogo dove è stato abbattuto l’aereo Su-24.

“Per quanto riguarda l’area della quale parlate nella quale sono stati uccisi i nostri soldati, certo, anche le forze armate e la Siria sono intervenute con lanciarazzi multipli, dei quali è stato recentemente dotato l’esercito siriano, in coordinamento con i nostri attacchi aerei intensificando i colpi su questo sito. Abbiamo ricevuto informazioni attendibili sul fatto che un nostro soldato è stato ucciso, mentre siamo stati in grado di salvare il secondo”- ha detto Putin.

Ricordiamo che oggi si sono tenuti i colloqui tra i presidenti di Russia e Francia, Francois Hollande e Vladimir Putin.

 

Marcello De Giorgi

Nel giugno 2015 ho creato Russia in Translation con lo scopo di fornire traduzioni in lingua italiana di articoli dalla stampa russa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.