Il Re Giordano: la Russia vede l’importanza del processo politico in Siria

Fonte:  Ria Novosti 14/01/2016 Traduzione di Antonino Santoro

Abd Allah II reputa giustificata la posizione di Mosca che non è d’accordo con le richieste di immediate dimissioni di Bashar Assad e spera in una sincronizzazione con gli sforzi della Russia per una pacificazione in Siria.

La Russia “capisce perfettamente” la necessità del processo politico in Siria, unito ad una transizione di potere, ha dichiarato il re di Giordania Abd Allah II. La sua intervista è stata messa in onda mercoledì dal canale CNN.

“La Russia capisce perfettamente che presto o tardi noi dovremo elaborare un meccanismo che ci permetta di andare avanti” ha dichiarato il monarca.

Secondo le sue parole, “ci sono paesi che credono che Assad (il presidente siriano) debba andarsene subito, la Russia dice tra non meno di 18 mesi”.

Io credo che sia a tutti chiaro che questo (processo politico) sottintenda l’allontanamento di Assad – ha affermato il re.

Il re giordano ha sottolineato l’importanza del processo di Vienna riguardo questa questione.

“Vienna risulta molto importante sotto il profilo del come trattare con la Russia. Credo che il raggiungere una sincronia con gli sforzi della Federazione Russa sarebbe solamente qualcosa di positivo. Ma questa è una questione tra Mosca e Washington” ha dichiarato.

 

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com

Antonino Santoro

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa. antosha87sr@gmail.com