Il promoter di David Bowie a Mosca: dialogava con noi tramite la costumista

Il famoso produttore russo Evgenij Boldin ricorda il modo in cui lavorava con la leggendaria rock-star nel giugno 1996.

Traduzione di Elisabetta di Cicco

L’uomo, che nel 1996 portò David Bowie a Mosca e raccolse per lui poche migliaia di spettatori nel palazzo di Stato del Cremlino, era il celebre produttore e promoter russo Evgenij Boldin. Oggi, nel giorno della morte del leggendario musicista, ricorda le sensazioni provate lavorando con Bowie ed il suo team.

Secondo Boldin, il musicista rock si è esibito a Mosca in un solo concerto, tuttavia la performance ha scaturito delle emozioni che sono rimaste per lunghi anni.
– Non riesco a spiegarlo, sembra ieri, eppure sono trascorsi venti anni. Piuttosto, come l’altro ieri, – rammenta il produttore.
-Di certo accompagnare artisti di tale livello è sempre interessante, il concerto è stato grandioso anche se la sala non era piena. Il fatto era che il pubblico composto da fans devoti, in piena estasi per Bowie che non potevano mancare al suo concerto, in Russia non erano molto numerosi. Ma neanche gli spettatori fortuiti erano molti.

Tuttavia Evgenij Boldin ha confessato di non aver mai incontrato in tutta la sua carriera una star riservata come David Bowie.
-Lavorare con lui era molto pesante. Lui è stato l’unico in tutta la mia carriera a rifiutarsi di parlare col nostro team. Parlava con tutti noi attraverso la sua costumista. Per lui è rimasta la persona più importante dietro le quinte – ha confessato.

Aggiungiamo che i tag in occasione della morte di David Bowie hanno battuto i top di Twitter in ventiquattro ore. Hanno dichiarato l’affetto per il grande musicista non solo star internazionali come Kanye West e Madonna, ma anche il Segretario Generale della NATO Jens Stolteneberg, e anche il primo ministro David Cameron. Inoltre, l’Arcivescovo di Canterbury ha ammesso di essere stato un fan di Bowie nella sua giovinezza e di essere profondamente addolorato per la sua scomparsa.

Ricordiamo che nella notte di Lunedi 11 gennaio il musicista rock è morto di cancro contro il quale ha combattuto per un anno e mezzo. Aveva 69 anni.

Fonte: Life News 11/01/2016

Elisabetta Di Cicco

Appassionata di letteratura, cinema ed arte russa mi sono unita all'idea RIT per approfondire ogni campo della vita culturale in Russia