Gli italiani definiscono Putin il politico più influente al mondo

Traduzione di Elisabetta Di Cicco

La popolarità del presidente Putin, secondo il sondaggio dell’istituto IPSOS per la rilevazione dell’opinione pubblica, è diventata del 28 %, Vladimir Putin ha superato il leader dello scorso anno Barack Obama e il Papa di Roma Francesco.

 Roma, 24 dicembre – RIA Novosti, Sergej Startsev. La Russia rafforza considerevolmente la propria influenza sul campo internazionale e il presidente della federazione russa Vladimir Putin attualmente rappresenta il politico più influente al mondo – questa è l’opinione della maggior parte degli italiani che è stata espressa alla fine dell’anno nel corso del sondaggio dell’autorevole istituto italiano per la rilevazione dell’opinione pubblica IPSOS.

Secondo il risultato di questa ricerca, realizzata su commissione dell’Istituto per gli studi di politica internazionale (ISPI) e del canale televisivo RaiNews24, il 66% degli intervistati sostiene che la Russia ha visibilmente potenziato il suo ruolo negli affari internazionali, mentre negli USA si attengono a questa opinione il 39% degli intervistatati, della Cina sono il 32% e dell’Unione Europea solo il 21%.

Il rafforzamento del ruolo della Russia nel mondo secondo gli italiani è connesso, prima di tutto, con la politica dell’amministrazione russa alla lotta  con il terrorismo internazionale del movimento islamico che rappresenta la principale minaccia nella scala globale secondo il 38% degli intervistati. Stando ai dati dell’indagine, la solida linea della Russia in Siria e il rapporto con la Turchia hanno collocato Putin al primo posto nella quotazione del più influente politico al mondo. Oggi si attengono a questo parere il 28% degli intervistati,  anzi la popolarità del presidente russo è subito cresciuta di 20 punti rispetto al 2014.

Nel sondaggio Putin ha superato il leader dello scorso anno, il presidente degli Stati Uniti d’America Barak Obama che ha occupato il secondo posto e la cui popolarità è diminuita del 13%. Secondo gli autori dello studio questo si spiega con l’inefficacia della lotta di Washington con Daish (acronimo arabo vietato in Russia come organizzazione terrorista ISIL) e con l’incapacità degli USA di risolvere la crisi del Medio Oriente.

Gli italiani restituiscono il terzo posto in fatto di popolarità al Papa di Roma Francesco (24%), la cancelliera della Germania Angela Merkel ha presentato un risultato doppiamente minore, chiude la cinquina dei leader il capo della banca centrale europea Mario Draghi.

Tra le più grandi minacce globali i partecipanti all’inchiesta al secondo posto dopo il terrorismo inseriscono la crisi economica e al terzo c’è il cambiamento climatico della Terra.

 

Appassionata di letteratura, cinema ed arte russa mi sono unita all’idea RIT per approfondire ogni campo della vita culturale in Russia

Leggi anche
L'intervista di Oliver Stone a Vladimir Putin

Elisabetta Di Cicco

Appassionata di letteratura, cinema ed arte russa mi sono unita all'idea RIT per approfondire ogni campo della vita culturale in Russia