A Mosca hanno demolito tutto!

Traduzione di Luca Marconi

Mentre stavate dormendo, a Mosca hanno demolito 97 edifici che il comune ha ritenuto essere abusivi. Sono principalmente le gallerie commerciali intorno alle stazioni della metro. Questa notte passerà alla storia.

A Mosca non avevano mai compiuto demolizioni su così larga scala, operazioni di demolizione più simili ad operazioni dei corpi speciali che ad abbattimenti di edifici abusivi.

E’ iniziato ieri mattina, con l’interruzione della circolazione nelle zone interessate, a sera già era tutto chiuso dalla polizia e a mezzanotte le ruspe hanno cominciato la demolizione in tutta la città.

Oggi vi siete svegliati in una Mosca diversa.

Forse, la demolizione più eclatante è quella della galleria commerciale vicino alla metro in zona “Cistye prudy”.Per rimuovere tutte le macerie ci vorrà ancora qualche giorno. L’entrata della metro rimarrà chiusa per tutto il tempo dei lavori.

14.02.16 2

Macerie. Tutto è iniziato a dicembre dello scorso anno, quando il comune di Mosca ha deciso la demolizione di 104 costruzioni non autorizzate (abusive) sparse sul territorio della città. Nell’elenco figuravano sia piccoli negozietti di quartiere, sia costruzioni abbastanza note, come il centro commerciale “Piramid” vicino alla metro Puškinskaja oppure gli edifici commerciali della metro “Cistye prudy”.

Ci sarebbero innumerevoli scandali dietro questa vicenda. Si considera abusivo un edificio se costruito senza alcun permesso oppure in caso infranga i regolamenti edilizi cittadini, per esempio, costruendolo su terreni non assegnati. Ci sono dei casi in cui i proprietari non hanno costruito nulla, ma hanno acquisito le attività secondo tutti i crismi della legge. Però poi è venuto fuori che il venditore non aveva la licenza per costruire. Gli edifici saranno demoliti, a danno dell’attuale proprietario.

Perché hanno deciso di demolire tutto proprio adesso? Perché prima non sussistevano le basi giuridiche per poterlo fare. Tutti gli oggetti di contesa venivano gestiti individualmente dai tribunali. La scorsa estate la legge è stata semplificata significativamente: sono stati approvati degli emendamenti al Codice Civile della Federazione Russa e rielaborata la definizione di “edificio non autorizzato”. Per la demolizione di tali costruzioni, non è più necessaria la decisione di un tribunale, basta una semplice notifica.

14.02.16 3.jpg

Fonte: Varlamov.ru 09/02/2016

 

Traduttore, appassionato di lingua e cultura russa, per questi motivi collaboro con RIT

Luca Marconi

Traduttore, appassionato di lingua e cultura russa, per questi motivi collaboro con RIT