Le 150 migliori foto sulla natura al festival della “Russia incontaminata”

Fonte: RIA Novosti 21/03/2016. Tradotto da Selene Casale

A San Pietroburgo ha avuto inizio il festival della “Russia incontaminata”, dove sono state esposte le foto di paesaggi naturali rarissimi e di aree protette che fanno parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO.

San Pietroburgo, 1 marzo. RIA NOVOSTI. L’ufficio stampa del festival ha comunicato a Ria Novosti che il Consiglio della Federazione e la Società Geografica Russa hanno organizzato a San Pietroburgo il festival della “Russia incontaminata”, dove i pietroburghesi hanno presentato circa 150 foto uniche di riserve protette e animali rari.

L’addetto stampa ha confermato: “il festival della “Russia incontaminata” si è tenuto al centro d’arte Progetto Loft Etagi di San Pietroburgo”. Sono state portate nella capitale culturale circa 150 foto, scattate dai migliori fotografi naturalisti della Russia.

Eduard Khudorozhkov, vicedirettore di questo 3° festival panrusso, ha raccontato che la “Russia incontaminata” ha già riscosso grande successo a Mosca.

“Quest’anno il festival è stato visitato da 120mila persone. Abbiamo presentato i progetti fotografici più interessanti e speriamo che le foto della natura incontaminata e i vari eventi del festival attirino l’attenzione dei pietroburghesi e ricordino loro la straordinaria bellezza e l’unicità della nostra terra”, ha detto Khudorozhkov.

1375243412

L’esposizione comprende paesaggi naturali unici che fanno parte del patrimonio mondiale dell’UNESCO, ma anche riserve protette come quella del lago Bajkal, la riserva naturale Kronockij e Putoranskij e il parco naturale Lenski Stolby. La mostra fotografia include anche foto di animali rari, come la foca del Bajkal, il ghiottone, la tigre siberiana, il leopardo dell’Estremo Oriente, il gufo pescatore di Blakiston e l’aquila di mare di Steller.

Nei giorni festivi i visitatori avranno la possibilità di vedere i più bei documentari sulla natura del paese, di incontrare i fotografi naturalisti e i direttori delle riserve naturali e di seguire lezioni di divulgazione scientifica per bambini e adulti.

La mostra si terrà dal 21 marzo al 29 maggio.