La signora delle pulizie Gazprom

Fonte: Novaja Gazeta 29/04/2016 – Tradotto da Marcello De Giorgi

Le canzoni del nuovo album “Bez durakov” (“Senza stupidi” Ndr), che uscirà a giorni.

Fedor Čistjakov:

Quando è stata la notizia che alla signora delle pulizie hanno rubato borsa da quasi tre milioni, ho pensato: io sono un famoso musicista russo ma per qualche motivo di borse simili non ne ho mai viste. Essere un’addetta alle pulizie è molto più figo che essere un musicista. Soprattutto se lo fai per Gazprom. Ho riportato tutto questo in una canzone in cui il protagonista descrive e ammira la sua donna ideale. Per quanto riguarda la musica ho consapevolmente imitato lo stile della band “Bravo”. Hanno questa promessa romantica. Ricordate la canzone? “Vasja, beh, chi non lo conosce? Vasja è un amico di Mosca “. E quindi anche la donna delle pulizie di Gazprom, e chi non lo sa lei?

In questo album ci sono un sacco di scene dove personaggi si fondono in un assurdo mix con la nostra realtà. Ad esempio James Bond e il Fondo dei diamanti russo. Questo nella canzone “James Bond”, dove l’assurdo viene portato al limite. Il personaggio principale va a rapinare la banca, ma le sue azioni indicano che l’importante non è il risultato ma il processo. Ha “preso una limousine, da solo nella nostra città”. La macchina più adatta a rapinare una banca vero? Si aggiunge benzina sul fuoco con la notizia dell’attore Valery Nikolaev che ha speronato due o tre auto, compresa una della polizia. La polizia non è riuscita a prenderlo ed ha organizzato una caccia all’uomo. Si sono sparpagliati per le strade e per tirarlo fuori dalla macchina, hanno dovuto rompere il vetro. Alla fine lo portano in tribunale ma lui riesce a fuggire dall’aula. Poi corre subito a riparare la sua macchina e viene circondato dai giornalisti. E così via. Le motivazioni di questa storia sono assolutamente inspiegabili. Fino ad oggi la canzone su James Bond mi sembrava assurda, ma ho visto che le assurdità possono materializzarsi.

L’album contiene molte citazioni musicali. In “Pesnja odnoglasnogo pirata” (Canzone del pirata con un occhio solo, Ndr) si può trovare un pezzo di “Pesnja pro nostojašego indejca” (Canzone di un vero indiano, Ndr), del gruppo “Ноль” (Nol’ / Zero, Ndr). Il punto di riferimento musicale sul piano dell’arrangiamento è stata la canzone Vaya Con Dios Nah Neh Nah. Volevo creare qualcosa di ardente, e mi sembra di avercela fatta. L’anno scorso sono andato su un mese in vacanza all’estero. Sono tornato a dicembre. Concerti non ne ho fatti e non ho ricevuto offerte di nessun tipo. Poi è arrivata la depressione. Ho pensato, è urgente fare qualcosa di antidepressivo. Così è cominciato il nuovo album.

Potrebbe essere la colonna sonora di alcuni cartoni animati. Spero che l’album piaccia a di tutti i tipi di persone creative, e che queste possano trovarci qualcosa per loro stessi.

L’album è molto leggero e allegro. Durante la registrazione c’era la stessa sensazione di quando abbiamo registrato il primo album con i “Ноль“. Allora non avevamo pensato molto a chi fossimo e a cosa volessimo fare, c’era solo una gioia sfrenata. Naturalmente oggi il livello di lavoro in studio è molto diverso, di qualità superiore. I musicisti moderni suonano molto ed hanno una grande esperienza professionale. Ai tempi ci siamo seduti in cucina e la creativa era tutta nella tua testa. Anche gli strumenti non erano normali, non avevamo nessuna esperienza, e tutto era una prima volta. Poiché la qualità era autoprodotta non la si può confrontare con quella corrente.

Il concerto-presentazione del nuovo album si terrà 16 giugno al club Yotaspace di Mosca

Marcello De Giorgi

Nel giugno 2015 ho creato Russia in Translation con lo scopo di fornire traduzioni in lingua italiana di articoli dalla stampa russa.