L’UE si è accordata per prolungare le sanzioni contro la Russia fino alla fine di gennaio 2017

I rappresentanti permanenti dei paesi UE si sono accordati per prolungare le sanzioni economiche contro la Russia per altri sei mesi fino alla fine di gennaio 2017

Fonte RIA Novosti 21/06/2016  Traduzione di Antonino Santoro

“Possiamo confermare che il COREPER (il comitato dei rappresentanti permanenti, nota della Redazione) si è accordato per prolungare le misure restrittive in merito alle azioni della Russia nella destabilizzazione della situazione in Ucraina e continuerà a valutare l’attuazione degli accordi di Minsk”-  ha comunicato a RIA Novosti un rappresentante UE che ha desiderato mantenere l’anonimato.

Il diplomatico ha spiegato che il prolungamento delle restrizioni deve ancora essere confermato dal Consiglio dell’Unione europea. La fonte non ha saputo dire quanto ci vorrà per tale procedura.

Dmitrij Peskov, addetto stampa del presidente russo, ha definito illogico il collegamento tra le sanzioni e l’attuazione degli accordi di Minsk da parte della Russia. Secondo Peskov spetta a Kiev la responsabilità di concretizzare gli accordi.

Le agenzie di informazione occidentali hanno affermato che cinque stati UE sono pronti a spingere per un alleggerimento o per una abolizione delle sanzioni il cui termine scade il 31 Luglio: Ungheria, Cipro, Grecia, Italia e Slovacchia.

Lo scorso venerdì il Consiglio dell’Unione Europea ha prolungato di 12 mesi, fino al 23 giugno 2017, le misure di divieto riguardo la Crimea e Sebastiopoli “all’interno della strategia del non riconoscimento” dell’adesione della Crimea alla Russia.

Le relazioni tra la Russia e l’Occidente si sono complicate a causa della situazione in Ucraina. Alla fine del luglio 2014 l’Unione Europea e gli USA da specifiche sanzioni contro singoli individui e compagnie sono passati a misure contro interi settori dell’economia russa. Come risposta Mosca ha limitato l’import di prodotti alimentari dai paesi che hanno introdotto tali limitazioni.

Leggi anche
McDonald’s ha avviato il servizio di consegna a domicilio in Russia

 

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com

Antonino Santoro

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com