Il paese dei sami

Fonte: Lenta.ru, 30/06/2016, tradotto da Diana Loreti

Ecco perché quest’estate è d’obbligo visitare la Penisola di Kola

L’immagine del piccolo villaggio di Teriberka che emerge dal  film “Leviathan” di Andrej Zvjagincev è di profonda disperazione e angoscia. È più o meno così che molti si immaginano le città del nord. Ma c’è anche un altro Nord: con boschi immensi, migliaia di laghi, monti, colline ricoperte di muschio e aurore boreali. “Lenta.ru” racconta perché vale la pena visitare almeno una volta nella vita il Nord russo, la Penisola di Kola e in particolare Teriberka.

Teriberka

Immagine 1 di 14

A Teriberka vivono poco meno di mille persone. I turisti sono parecchi di più. Alcuni hanno cominciato ad arrivare proprio dopo aver visto “Leviathan”, altri avevano scelto questi luoghi molto tempo prima dell’uscita del film per la straordinarietà della natura e per la quiete, che si fatica sempre più a trovare nelle rumorose megalopoli.

 

Potrebbe interessarti

Traduttrice dal russo e dall’inglese, della Russia amo la lingua, la cultura, la letteratura, le tradizioni, i paesaggi. Collaboro a RIT per trasmettere queste passioni al pubblico italiano.

dianalor330@gmail.com

Diana Loreti

Traduttrice dal russo e dall’inglese, della Russia amo la lingua, la cultura, la letteratura, le tradizioni, i paesaggi. Collaboro a RIT per trasmettere queste passioni al pubblico italiano. dianalor330@gmail.com