Il paese dei sami

Fonte: Lenta.ru, 30/06/2016, tradotto da Diana Loreti

Ecco perché quest’estate è d’obbligo visitare la Penisola di Kola

L’immagine del piccolo villaggio di Teriberka che emerge dal  film “Leviathan” di Andrej Zvjagincev è di profonda disperazione e angoscia. È più o meno così che molti si immaginano le città del nord. Ma c’è anche un altro Nord: con boschi immensi, migliaia di laghi, monti, colline ricoperte di muschio e aurore boreali. “Lenta.ru” racconta perché vale la pena visitare almeno una volta nella vita il Nord russo, la Penisola di Kola e in particolare Teriberka.

Teriberka

Immagine 2 di 14

La famosa guida turistica Lonely Planet descrive così Teriberka: “Racchiuso fra il mare di Barents e vette innevate, il morente villaggio sami di Teriberka è uno degli angoli più pittoreschi dell’Artico russo con le carcasse di vecchi pescherecci sulle rive, le graziose casette in legno e gli edifici di epoca sovietica abbandonati”.

 

Diana Loreti

Traduttrice dal russo e dall’inglese, della Russia amo la lingua, la cultura, la letteratura, le tradizioni, i paesaggi. Collaboro a RIT per trasmettere queste passioni al pubblico italiano. dianalor330@gmail.com