Per la prima volta dopo la crisi si sono svolte le trattative tra Putin ed Erdogan

Fonte Vesti.ru 9/08/2016 Tradotto da Ambra Barosso

Le trattative bilaterali dei presidenti di Russia e Turchia, le prime dopo la crisi, si sono svolte a porte chiuse e sono proseguite per circa due ore. Successivamente, le due parti hanno iniziato a discutere in forma più estesa le questioni riguardanti la collaborazione reciproca.

Vladimir Putin ha affermato che, dopo l’incidente con il Su-24, i rapporti tra Russia e Turchia sono peggiorati, tuttavia la visita di Erdogan comunica il desiderio di riprendere il dialogo e i rapporti per gli interessi della popolazione dei due paesi.

Come precisa RIA Novosti, alle trattative di estensione hanno partecipato, da parte russa, anche il capo del Ministero degli Affari Interni Sergej Lavrov, il responsabile per la politica estera assistente del presidente Jurij Ušakov, il console russo in Turchia Andrj Karlov, il ministro dell’energia e capo della commissione governativa per la collaborazione economico-commerciale Aleksandr Novak, il ministro dello sviluppo economico Aleksej Uljukaev, il ministro dei trasporti Maksim Sokolov, il presidente della compagnia energetica “Gasprom” Aleksej Miller, il capo delle forze armate Valerij Gerasimov, lo speciale rappresentante del presidente Putin per l’accordo siriano Aleksandr Lavrent’ev.

La delegazione turca era rappresentata dal vice-premier Mehmet Šimšek, dal ministro degli affari esteri Mevljut Čavušlogu, dal ministro dell’economia Nihat Zejbekči, dal ministro dell’energia Berat Al’bajrak, dal capo dell’Organizzazione di Intelligence Nazionale Hakan Fidan.

Per la Turchia, all’incontro hanno preso parte anche il ministro dell’agricoltura, il ministro della cultura e del turismo e il ministro dei trasporti, il console turco a Mosca, il vice rappresentante del Partito al potere per la giustizia e lo sviluppo della Turchia e il segretario per l’industria bellica del Ministero della Difesa della repubblica.

Come specifica TASS, dopo la conclusione delle trattative si aspetta una conferenza stampa comune di Putin ed Erdogan e successivamente un incontro dei leader con i rappresentanti degli ambienti affaristici di Russia e Turchia.

Il presidente turco Redžep Tajip Erdogan è arrivato a San Pietroburgo nel pomeriggio di martedì 9 agosto. Putin ha accolto il collega nell’hotel greco del Palazzo di Costantino a Strel’na (Pietroburgo).

La crisi nei rapporti tra Russia e Turchia era nata dopo il 24 novembre 2015, quando un caccia turco aveva abbattuto in Siria il bombardiere russo Su-24. Il presidente Putin lo aveva definito “un colpo alle spalle” da parte dei complici dei terroristi.

Traduttrice dal russo e dall’inglese. Amo le lingue e amo tradurre. Ho deciso di collaborare al progetto RIT perché ne condivido interessi e obiettivi.

Ambra Barosso

Traduttrice dal russo e dall’inglese. Amo le lingue e amo tradurre. Ho deciso di collaborare al progetto RIT perché ne condivido interessi e obiettivi.