PornHub è stato bloccato in Russia. Cosa ha di diverso dagli altri siti porno?

Fonte Meduza.io 14/09/2016 Traduzione di Antonino Santoro

Il Servizio Federale per la Supervisione delle Comunicazioni (Roskomnadzor) ha bloccato in Russia il più famoso tra i siti internet porno: PornHub. Questo web service negli ultimi anni ha fatto smettere alle persone di considerare la pornografia in qualche modo vergognosa: PornHub pubblica le statistiche delle preferenze degli utenti, partecipa ad eventi pubblici, svolge della beneficenza e molto altro ancora. “Meduza” racconta cosa ha di diverso questo web service dagli altri.

Attenzione! In questo articolo si parla anche di sesso. Se questo risulta per voi inaccettabile, guardate come Aleksandr Rosenbaum canta una canzone sulla masturbazione.

PornHub per prima cosa ha iniziato apertamente e in gran quantità a pubblicare varie statistiche riguardanti la propria attività. Ogni giorno il web service fornisce informazioni su quanti video gli utenti hanno visto e cosa li abbia interessati di più. Da queste statistiche è possibile sapere che gli utenti guardano ogni secondo 72 gigabyte di pornografia, i russi amano maggiormente scene con sesso anale mentre le donne guardano video porno più a lungo degli uomini.

PornHub sostiene lo sport. In Italia sponsorizza una squadra di pallanuoto maschile. Il web service ha offerto aiuto ad una squadra di calcio inglese: a dire il vero, la squadra è stata per questo espulsa dal campionato. PornHub ha inoltre promesso un account premium gratis a tutti gli atleti olimpici. YouPorn, sito affiliato di PornHub, sostiene una squadra sportiva informatica.

Pornhub è capace di fare belle cose. Ad aprile 2015 il giovane londinese Michael Denzel  si è seduto in camera sua per guardare un video su PornHub e quando è arrivata sua madre il sito, proprio in quel momento, si è bloccato. Per fare in modo che la madre non capisse cosa stesse succedendo, Michael ha rotto lo schermo colpendolo con un pugno. Denzel non si è vergognato di scrivere quanto accaduto su twitter e ha ricevuto circa 20 mila condivisioni. Ma meglio di tutti ha fatto PornHub: il sito ha inviato al ragazzo un nuovo notebook. Il vice presidente del service Corey Price ha affermato che tale storia potrebbe succedere a molti utenti del sito soprattutto a coloro i quali non si preoccupano della sicurezza della propria camera.

PornHub ha a cuore la natura. Nel 2016 per la giornata mondiale per le balene PornHub ha dato vita ad una iniziativa in sostegno dei capodogli (in inglese capidoglio si dice sperm whale): dall’8 al 29 febbraio ogni duemila visite sul sito PornHub è stato accreditato un centesimo ad una organizzazione che si occupa della difesa delle balene (non solo dei capodogli). Nonostante i critici, i quali affermavano che “la beneficenza della masturbazione” difficilmente avrebbe aiutato a salvare le balene, il sito ha a sua volta commentato che qualsiasi energia può essere indirizzata verso un canale utile. Purtroppo non siamo riusciti a trovare rendiconto su quanti soldi sono stati accreditati nel fondo per le balene.

Nel 2014 in onore del “Giorno dell’albero” (una festa in USA) PornHub ha promesso di piantare un albero per ogni 100 visualizzazioni nella categoria “grande pene”. L’azione è stata chiamata Pornhub Gives America Wood che letteralmente si traduce con “Dà all’America una foresta” ma nello slang l’espressione “to give wood” ha assolutamente un significato diverso. I partecipanti all’azione hanno donato all’America più di 15mila alberi.

PornHub ricerca nuove tecnologie. Nel sito vi è un intero dipartimento  dedicato al porno nella realtà virtuale. Oltre a ciò, l’azienda ha sviluppato il prototipo di un dispositivo il quale può ricaricare il telefonino grazie all’energia prodotta durante la masturbazione.

 

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com

Antonino Santoro

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa. antosha87sr@gmail.com