L’isola Nuova Olanda diventa un parco con elementi museali

Fonte: theartnewspaper.ru 29/08/2016

Lo scorso fine settimana a San Pietroburgo è stato inaugurato il progetto “Nuova Olanda”: il 27 agosto è stato aperto nel parco della famosa isola uno spazio culturale, che diventerà una sede permanente. Nel prossimo mese in uno dei padiglioni verrà esposta la mostra “Esperienze sensoriali” (Чувственные опыты – Čustvennye opyty, Ndr.), organizzata dal Museo di arte Moderna “Garage“.

Nuova Olanda è un’isola artificiale nel centro di San Pietroburgo, creata quasi in contemporanea con la città stessa. Inizialmente l’isola fu destinata allo stoccaggio di navi in legno, per questo motivo l’architetto Savva Čevakinskij costruì lungo il perimetro magazzini in mattoni rossi. Jean-Baptiste Vallin de la Mothe creò come decoro delle loro facciate un arco di 23 metri che nel XX secolo è diventato uno dei simboli di San Pietroburgo. Questo posto, tradizionalmente subordinato al settore navale, era inaccessibile ed ha mantenuto per molti decenni un’atmosfera romantica.

Nel 2010 l’azienda di Roman Abramovič, Millhouse LLC insieme alla fondazione di Daria Žukova “Ajris” ha deciso di fare dell’isola uno spazio pubblico moderno.

Le idee per la sua trasformazione sono state proposte da molti architetti famosi, ma a vincere è stata quella dello studio WorkAC. Il progetto è stato poi realizzato dallo studio olandese WEST 8. Dal momento che entro i confini dell’isola è vietata l’edificazione di qualsiasi nuovo edificio, la costruzione del nuovo spazio sotto il motto “Urbanizzazione culturale”, è stata commissionata ad uno studio noto per le sue soluzioni paesaggistiche, il cui fondatore Adriaan Geuze è responsabile per il nuovo look di via Tverskaja.

La ricostruzione dell’isola Nuova Olanda è iniziata nell’autunno del 2013. La superficie dell’isola è di 72 mila metri quadrati, 25 volte in meno rispetto a quella del Gorkij Park di Mosca. Il parco, che ricopre solo un terzo dell’isola, aspira ad accogliere tutte le forme di svago. I padiglioni temporanei sono stati progettati dall’architetto Sergej Bukin, sulla base di vecchie fotografie del sanatorio Sestroretsk. Il padiglione espositivo si nota già prima dell’apertura per la sua posizione e le sue notevoli dimensioni. Nei primi due giorni di apertura la mostra “Esperienze sensoriali” ha registrato un’affluenza record per l’arte contemporanea in Russia: gli organizzatori stimano di aver accolto circa 2500 visitatori.

“Esperienze sensoriali” ha riunito le opere di nove giovani artisti, che hanno recentemente ricevuto borse di studio dal Museo di arte Moderna “Garage”: NikolaijAlekseev, Aslan Gajsumov, Eugenij Granil’šikov, Il’jaa Dolgov, Anastasia Kuzmina, Kirill Makarov, Ivan Novikov, Aleksandra Suchareva, Anna Titova ed un musicista. Il curatore del progetto è Andrej Miziano. Otto autori sono esposti nello spazio di una sala mentre l’opera “Fermaglio” di Aleksandra Suchareva alla base dell’arco di Vallin de la Mothe. Una parte importante della mostra sono i 12 pezzi per pianoforte di Nina Karlsson.

Su richiesta del curatore i borsisti di “Garage” hanno proposto opere particolari. I limiti di spazio hanno costretto molti ad approcciarsi a generi e formati che non utilizzano solitamente. Inoltre la caratteristica permeabile del padiglione ha reso difficile l’esposizione di opere di pittura e di grafica. Così, ad esempio, l’artista Eugenij Granil’šikov, che di solito si occupa di video, ha esposto una scultura che riproduce forme architettoniche e Kirill Makarov ha sostituito le sue tele con fotografie. L’esposizione “Esperienze sensoriali” presenta un quadro generale dell’arte contemporanea e mostra quale sarà il suo ruolo all’interno del nuovo progetto dell’isola.

Nuova Olanda è ora l’unico parco del suo genere in tutta San Pietroburgo e racchiude in se tutti i pro e i contro della “urbanizzazione culturale”. La connettività del nuovo spazio, voluta in fase di progetto dai suoi creatori, è stata difficile da percepire nei giorni dopo l’apertura.

Nel novembre di quest’anno i primi visitatori potranno entrare in un’antica fucina che saranno posizionati un ristorante ed un circolo che organizzerà conferenze e proiezioni di film. Nel 2017 all’interno di un edificio circolare, un ex carcere, verranno inserite una caffetteria, negozi e grandi magazzini. Il completo restauro di tutti gli edifici dell’isola è previsto entro il 2025.

Nel giugno 2015 ho creato Russia in Translation con lo scopo di fornire traduzioni in lingua italiana di articoli dalla stampa russa.

Leggi anche
GayRussia Today

Marcello De Giorgi

Nel giugno 2015 ho creato Russia in Translation con lo scopo di fornire traduzioni in lingua italiana di articoli dalla stampa russa.