I film di Zvjagincev e Učitel’ gratis su Youtube

Fonte: RIA Novosti. Mosca, 22 novembre 2016. Tradotto da Graziella Portia

“In occasione dell’Anno del cinema russo, con il sostegno del Ministero per la Cultura, dal 28 novembre al 4 dicembre su Youtube si terrà la Settimana del cinema russo. Più di 200 film nazionali saranno messi a disposizione degli utenti, in HD e gratuitamente”, così nella comunicazione ufficiale.

Oltre ai più noti classici, sul canale YouTube Russia saranno presentati i migliori titoli di successo del cinema russo contemporaneo, tra cui, in anteprima, SuperBobrovy, con la partecipazione di Oksana Akin’ŝina e Pavel’ Derevjanko, la trilogia Ëlki, a cui sono stati conferiti sei premi tra cui Zolotoj Orël, e ancora Legenda n°17 e Leviafan, che ricevette il premio Zolotoj Globus e fu nominato agli Oscar come miglior film straniero.

“La nostra missione è avvicinare lo spettatore al cinema russo. Ovviamente, un mezzo della portata di YouTube, con miliardi di utenti, agevola di gran lunga il nostro compito. Sulla piattaforma sono già presenti numerosi film russi e sovietici, ma il servizio verrà incrementato. Importante riuscire a promuovere la nostra produzione cinematografica nazionale non solo in Russia, ma in tutto il mondo, dando la possibilità a tutti coloro che studiano la lingua russa, di vedere i nostri nuovi cartelloni e venire a conoscenza di cosa il nostro Paese sta vivendo attualmente”, afferma il Ministro per la Cultura russo Vladimir Medinskij, di cui riportiamo le parole.

Graziella Portia

Ho studiato tedesco e russo a La Sapienza, laureandomi in Mediazione linguistica e interculturale con la traduzione di un documentario sul fenomeno della kommunalka. Il mio sopito spirito nomade si è destato grazie a un Erasmus sul Lago di Costanza, cinque mesi all’MGU di Mosca, e un viaggio in Transiberiana attraverso la steppa russa fino al profondo Lago Bajkal, il mare degli sciamani. Poi, dopo aver visto le notti bianche, sono voluta tornare a San Pietroburgo d’inverno per camminare sulla Neva ghiacciata e vedere il Golfo di Finlandia. Ora le mie radici calabresi, nonostante sia nata a Tivoli, mi hanno spinta un po’ più a Sud: studio Management del Patrimonio culturale alla Federico II di Napoli. Cosa c’entra con la Russia? La profondità e la sincerità dell’animo russo e la vivacità culturale di San Pietroburgo, oltre a uno stage al FAI di Roma, mi hanno convinta a conciliare lingue, culture, tradizioni e valorizzazione del patrimonio. Fine ultimo? Mediazione tra popoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.