Le regioni russe in cui si legge di più

Fonte: Rossijskaja Gazeta 21.11.2016, articolo di Anton Valagin, traduzione di Emanuela Raga

Secondo i risultati emersi dal concorso “I Leader letterari della Russia”, le regioni di Astrachan’, Sverdlovsk, Krasnojarsk, San Pietroburgo e la Repubblica del Tatarstan’ sono state riconosciute come i territori più colti del paese. Nel campo della letteratura il primato assoluto è stato ottenuto dalla regione di Voronež.

Il titolo “Leader letterario” è stato approvato da tutte le 84 regioni russe. A capo della giuria il Presidente dell’Unione Russa del Libro, Sergej Stepashin, i rappresentanti delle biblioteche delle comunità, scrittori, critici e giornalisti. Il Comitato organizzatore ha valutato la quantità e la qualità degli eventi letterari del territorio organizzati tra il 2015 e il 2016, le iniziative e i risultati conseguiti nello sviluppo delle infrastrutture a tutela delle tradizioni letterarie.

La prima fase del concorso è stata dedicata alle selezioni; tra le 84 regioni ne sono state selezionate 18. Nella seconda fase è stato assegnato il primo premio e sono state proclamate le altre cinque regioni vincitrici.

L’Oblast’ di Astrachan’ ha presentato un progetto intitolato “Astrachan’ che legge”. La regione di Krasnojarsk il progetto “Biblioteca estiva” e la Repubblica del Tatarstan ha invece preso parte alla realizzazione di vari programmi dedicati all’anno letteratura, del cinema russo e dei parchi e giardini del Tartastan. San Pietroburgo ha ideato il progetto innovativo “Viali letterari”, mentre “Il giorno della lettura”, evento annuale, è creato dalla comunità di Sverdlovsk.

Il primo premio ed il titolo di “Leader letterario” è stato conferito all’unanimità alla regione di Voronež. La regione, famosa per il suo ricco patrimonio letterario e culturale, da sempre si impegna per la salvaguardia delle proprie ricchezze. Diversi sono i progetti rivolti a giovani, ragazzi e bambini. Tra questi, il festival di poesia per ragazzi “Mandelshtamfest”, eventi dedicati al 125° anniversario della nascita del poeta Samuil Maršak ed un ampio programma atto a preservare l’eredità creativa dello scrittore.

Classe 1989, studiosa di lingua e letteratura russa, traduttrice e collaboratrice freelance. Mi sono unita al progetto RIT perché anche io condivido l’idea di un’informazione senza filtri, che permetta al lettore di costruirsi un’opinione propria. Contatto: horoshoema@outlook.it

Leggi anche
"Masha e Orso": ecco come uno studio d'animazione russo ha guadagnato 225 milioni e miliardi di spettatori

Emanuela Raga

Classe 1989, studiosa di lingua e letteratura russa, traduttrice e collaboratrice freelance. Mi sono unita al progetto RIT perché anche io condivido l’idea di un’informazione senza filtri, che permetta al lettore di costruirsi un’opinione propria. Contatto: horoshoema@outlook.it