Monete e bigliettini trovati all’interno dei leoni alati di San Pietroburgo

Fonte: RIA Novosti, 17/01/2017, tradotto da Diana Loreti

All’interno delle celebri sculture dei leoni alati a San Pietroburgo, mandati in ristrutturazione, sono stati ritrovati dei bigliettini e delle monetine. Lo ha comunicato RIA Novosti al comitato cittadino per il controllo statale, l’utilizzo e la conservazione dei monumenti storici e culturali (KGIOP).

La scorsa settimana le ali dorate dei leoni-grifoni sul ponte Bankovskij sono state tolte e portate via, insieme ai lampioni, e lunedì è cominciato lo smantellamento delle sculture stesse, che si trovano sul ponte da 200 anni e non lo avevano mai abbandonato.

Dopo lo smantellamento del primo grifone, all’interno del basamento sono state rinvenute molte pietre, evidentemente usate per dare stabilità alla costruzione, oltre a monete e bigliettini. Come riferito al comitato, le monete sono contemporanee, mentre il contenuto dei bigliettini è di varia natura. Ad esempio, i restauratori hanno trovato il desiderio: “Caro grifone, ti chiedo la salute per tutti i miei cari. Che nel mondo ci siano molti sorrisi”. “Un lavoro in tribunale, una bella carriera, successo economico, un matrimonio felice, la residenza a San Pietroburgo, benessere”, recita un altro testo.

Il KGIOP ha assicurato che i bigliettini contenenti dati personali saranno custoditi al sicuro, mentre i più interessanti e quelli per i quali è impossibile risalire all’autore saranno esposti al pubblico.

“Ai giorni nostri la superstizione è la rovina di queste creature mitologiche. Da decenni coloro che desiderano ricevere la protezione di questi custodi di ricchezze nello studio e negli affari sfregano le ali dorate dei grifoni e si ingegnano per riempire le loro fauci e giunture di monete e bigliettini” –  rimarcano al comitato.

Il piano prevede che dopo lo smantellamento delle sculture venga esaminato anche il ponte Bankovskij, che pure necessita di un restauro. Il ritorno dei grifoni sul ponte restaurato è previsto entro i mondiali di calcio.

Il ponte Bankovskij attraversa il canale Griboedov nel distretto centrale di San Pietroburgo, collegando l’isola Kazanskij e l’isola Spasskij. È un monumento architettonico risalente al primo quarto del XIX secolo, uno dei tre ponti a catena pedonali conservatisi a San Pietroburgo (insieme ai ponti L’vinyj e Počtamskij). Fu costruito negli anni 1825-26 su progetto dell’ingegnere Wilhelm von Tretter. La costruzione consiste in due catene metalliche, una sospensione e un basamento. Per rafforzare le catene che sostengono il ponte, ci sono delle staffe in ghisa nascoste all’interno di quattro figure cave di grifoni.

Proprio i mitologici leoni alati, opera dello scultore Pavel Sokolov, hanno reso particolarmente celebre il ponte. Le figure alte 2,85 metri furono fabbricate in ghisa nel 1828 nella fonderia Aleksandrovskij. La superficie del metallo è dipinta di color oliva, a imitazione della patina. Le ali sono fatte di lastre di rame e sono dorate.

Diana Loreti

Traduttrice dal russo e dall’inglese, della Russia amo la lingua, la cultura, la letteratura, le tradizioni, i paesaggi. Collaboro a RIT per trasmettere queste passioni al pubblico italiano. dianalor330@gmail.com