Per quanto alla Russia basteranno petrolio e gas

Fonte Vedomosti, 29/03/2017. Articolo di Vitalij Petlevoj. Traduzione di Alessandro Lazzari.

Le compagnie russe hanno scelto una strategia di sfruttamento graduale delle riserve.

La discussione su quanto velocemente le compagnie russe di estrazione di petrolio e gas debbano sfruttare le riserve di idrocarburi già scoperte e messe a bilancio si è accesa al panel energetico del Forum Artico.

Il vicedirettore per l’attività scientifica dell’Istituto per i problemi di petrolio e gas dell’Accademia russa delle scienze Vasilij Boroyavlenskij ha dichiarato che le compagnie russe non stanno praticamente conducendo alcuna esplorazione geologica. I produttori di petrolio e gas parlano di accrescimento delle riserve, ma per la maggior parte (80%) queste riserve, stando alle sue parole, si trovano al di là della soglia di redditività di estrazione. Inoltre solo il 20% delle riserve messe a bilancio negli ultimi anni si trova in nuovi giacimenti, il restante aumento è garantito dalla completa esplorazione di giacimenti già scoperti a distanze più remote, ha affermato Boroyavlenskij.

Il ministro dell’energia Aleksandr Novak ha dato il proprio consenso affinché oggi gli utilizzatori del sottosuolo spendano meno soldi in esplorazioni geologiche rispetto agli anni sovietici. “In media le riserve di idrocarburi ci basteranno per 30 anni”, ha detto il ministro. Stando alle parole di Novak, parte delle riserve di petrolio e gas che ad oggi non sono redditizie da sfruttare può passare nella zona di redditività con la comparsa di nuove tecnologie, come è stato a suo tempo con il petrolio di scisto negli Stati Uniti.

Le riserve di “Novatek” (il secondo maggior produttore di gas naturale in Russia, ndt) basteranno per 24 anni, ha affermato il presidente del consiglio di amministrazione Leonid Mikhelson. Negli altri paesi i produttori, di regola, seguono una strategia per mantenere un livello di riserve di 8-9 anni in avanti. I partecipanti dello scorso Ceraweek (conferenza annuale sull’energia, ndt) ad Houston hanno ricollegato questa strategia alla larga diffusione di fonti di energia rinnovabili. A causa di ciò alcuni produttori hanno iniziato ad attenersi ad una strategia per massimizzare i profitti oggi e a non investire in esplorazioni geologiche per l’accrescimento delle riserve, ha raccontato Novak. Le nostre compagnie seguono una strategia di sfruttamento graduale delle riserve, ha fatto notare il ministro.

Leggi anche
Gli stand come mezzo di espressione

Nei prossimi due decenni la popolazione della terra aumenterà fino a 10 miliardi di persone, mentre il consumo di idrocarburi crescerà di un terzo, ritiene il presidente di BP in Russia David Campbell. Campbell non crede che l’energia rinnovabile sostituirà completamente il petrolio e il gas come fonte di energia.

Sono nato nel 1993 in provincia di Treviso. Nel 2015 mi sono laureato in Lingue, civiltà e scienze del linguaggio presso l’università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi sulla crisi dei missili di Cuba analizzata dal punto di vista sovietico dell’epoca. Nei tre anni a Venezia ho studiato tedesco e russo. Dopo l’esperienza di un semestre all’Università Pedagogica di Tula, ho deciso di tornare in Russia a proseguire i miei studi. Attualmente sono studente magistrale presso l’Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali (MGIMO). Nel tempo libero insegno italiano a ragazzi russi. Sono appassionato di storia sovietica e traduco volentieri articoli di politica ed economia.

Alessandro Lazzari

Sono nato nel 1993 in provincia di Treviso. Nel 2015 mi sono laureato in Lingue, civiltà e scienze del linguaggio presso l’università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi sulla crisi dei missili di Cuba analizzata dal punto di vista sovietico dell’epoca. Nei tre anni a Venezia ho studiato tedesco e russo. Dopo l’esperienza di un semestre all’Università Pedagogica di Tula, ho deciso di tornare in Russia a proseguire i miei studi. Attualmente sono studente magistrale presso l’Università Statale di Mosca per le Relazioni Internazionali (MGIMO). Nel tempo libero insegno italiano a ragazzi russi. Sono appassionato di storia sovietica e traduco volentieri articoli di politica ed economia.