Essere Miss Russia

Come sono cambiati gli standard di bellezza delle russe dall’inizio del XXI secolo.

Fonte Lenta.ru 18/04/2017 Traduzione di Antonino Santoro

Ogni anno molti connazionali seguono con interesse la finale del concorso “Miss Russia” e poi valutano minuziosamente: la regina di bellezza merita o no la sua corona? Sono pochi quelli che si fermano a riflettere su quanto forte sia cambiato l’aspetto delle vincitrici durante gli anni del concorso. “Lenta.ru” ha deciso di colmare questa mancanza dopo che nei giorni della nazionale competizione di bellezza ha vinto Polina Popova che è divenuta la prima “Miss Russia” con i capelli chiari da dieci anni a questa parte.

Miss Russia 2001 - Oksana Fedorova

Picture 1 of 10

Dal 1927 al 1939 il concorso "Miss Russia" si tenne a Parigi tra numerose ragazze emigranti (la diaspora russa in Francia a quel tempo contava 200 mila persone, ma potevano partecipare anche ragazze russe provenienti da un qualunque altro paese europeo). Nella giuria sedettero gli scrittori Ivan Bunin e Aleksandr Kuprin, gli artisti Konstantin Korovin e Aleksandr Benoit. "Io non volevo niente di tutto ciò! A quel tempo, venir chiamata bellezza davanti a tutti: che vergogna! Miss Russia". Ditemelo per favore, cosa pensano i miei amici? Che sono una pavone? Le altre ragazze erano lì tutte carine e eleganti. Ma hanno scelto me, una racchia..." è così che Marina, figlia di Fedor Šaljapin, ricorda la propria partecipazione alla competizione. Da quegli anni il modo in cui le russe si rapportano alla vittoria di "Miss Russia" è cambiato un bel po'... Negli anni della guerra, ovviamente, non vi fu alcun concorso di bellezza. Dopo la guerra in Francia non fu ripreso il concorso "Miss Russia". E nell'URSS, come è risaputo, non vi era nè genere né concorso di bellezza. La perestrojka ha cambiato tutto. Il primo concorso di "Miss URSS" si tenne nel 1989. Ma poi l'URSS crollò e dal 1992 ogni anno, a parte un paio di pause, si svolge "Miss Russia". Oksana Fedorova è stata la prima "Miss Russia" del XXI secolo.

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com
Leggi anche
Le isole inaccessibili

Antonino Santoro

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa. antosha87sr@gmail.com