Alcune particolarità sulla Russia e sui russi

Fonte Study in Russia. Traduzione di Carla Scanzani.

Cosa c’è da sapere sui russi.

I russi si distinguono per caratteristiche intrinseche che li distinguono dagli altri popoli. Conoscendole, riuscirete ad adattarvi meglio al loro stile di vita.

Amano ricevere ospiti

I russi sono famosi per la loro ospitalità. Adorano ricevere ed essere ospiti. Durante questi incontri non può mai mancare una tavola riccamente imbandita. Vi consigliamo di non mangiare prima di andare a trovare qualcuno, anche se vi hanno invitato solo per una tazza di tè. I russi hanno l’abitudine di mettere a tavola tutto quello che hanno in casa. Non c’è niente di più offensivo di una tavola vuota per la padrona di casa. Dal suo punto di vista significa che il cibo era poco e gli ospiti sono ancora affamati.

Non ci si presenta a mani vuote

In Russia è impensabile presentarsi a mani vuote. Non importa se si è stati invitati a una festa di compleanno o per una semplice chiacchierata tra amici. È quasi d’obbligo portare qualcosa, un dolce, delle caramelle, una bottiglia di vino o dei cioccolatini per i più piccoli. Non conta il regalo in sé per sé, ma il gesto. Altrimenti penseranno che siete avari.

I russi sono superstiziosi

Di solito i russi sputano dietro la spalla sinistra quando un gatto nero gli attraversa la strada, bussano sul legno e non fischiano in casa perché c’è la credenza che così facendo si rimanga senza soldi. Se devono rientrare in casa perché hanno dimenticato qualcosa si guardano allo specchio prima di uscire di nuovo.

Si siedono in raccoglimento prima di partire per un viaggio. Uno specchio che si rompe o il sale che si rovescia non promettono niente di buono.

Alla vigilia di un evento importante, per esempio prima di un esame, i russi augurano in bocca al lupo. Se volete che funzioni dovete rispondere “Crepi!”

Di seguito un elenco delle superstizioni degli studenti:

  • Non tagliare i capelli durante la sessione;
  • Chiamare a gran voce la fortuna, sventolando il libretto, allo scoccare della mezzanotte del giorno prima dell’esame;
  • Tenere sotto il tallone una moneta da cinque rubli in sede d’esame.

Sono convinti che seguire le superstizioni porti fortuna e garantisca buoni voti. 
Ovviamente il tutto condito con un po’ di ironia.

 

 

Apprezzano l’amicizia con la “A” maiuscola

L’amicizia è un aspetto molto importante nella vita di un russo. A volte un amico vero riesce a starti più vicino di un parente.

La fedeltà e la devozione degli amici non sono parole vuote per i russi.

L’amicizia, quella vera, può iniziare a scuola o all’università e può durare tutta la vita.

Adorano chiacchierare

I russi non sono abituati a tenere per sé le proprie opinioni. I più hanno una convinzione ben precisa in merito a molti argomenti, da come coltivare le zucchine alla politica estera della Casa Bianca. Lo stereotipo della censura russa, largamente diffuso in occidente, non impedisce ai russi di esprimersi chiaramente nei posti più disparati, in un’assemblea studentesca così come durante una conferenza stampa in presenza del capo di Stato.

Non sorridono agli sconosciuti

I russi non sono abituati a sorridere se non hanno un motivo e non mascherano il loro malumore o un problema dietro un’espressione allegra. La ritengono un’ipocrisia. Preferiscono mantenere un’espressione seria quando sono in pubblico. Ma appena si ritrovano in presenza di colleghi, amici o parenti si trasformano in un attimo nelle persone più sorridenti e scherzose del mondo.

Sono galanti con le donne

Tutti sanno che le donne russe sono molto belle. Basti pensare a Natal’ja Vodjanova, Marija Šarapova, Anna Kurnikova e ad altre donne russe famose.

In Russia si presta particolare attenzione a come ci si relaziona con il gentil sesso. Gli uomini sono abituati a cedere il posto alle signore sui mezzi pubblici, ad aprire loro la porta e a tendere la mano per aiutarle a scendere dall’auto. Queste attenzioni non sono considerate una forma di invadenza e non sminuiscono la donna. Uno sguardo insistente in un luogo pubblico, le molestie, un corteggiamento ossessivo e il fischio invece sono considerati un insulto.

Amano scherzare

I russi sono un popolo che sa divertirsi, amano gli scherzi, le battute e le barzellette. Apprezzano il senso dell’umorismo e la satira, sono bravi a ridere di se stessi. Citano spesso le battute dei film quando parlano, soprattutto quelle tratte dalle commedie sovietiche, a cui tutti, indipendentemente dall’età, sono particolarmente affezionati. A volte, per capire le loro battute, devi aver visto alcuni famosissimi film sovietici come “L’amore e i piccioni”, “Mosca non crede alle lacrime”, “Il prigioniero del Caucaso”, “I cancelli Pokrovskij”, “Crociera di lusso per un matto” e tanti altri.

 

 

Fanno la sauna

La sauna è da sempre uno dei passatempi più amati dai russi, sia dagli uomini che dalle donne. Ritengono che la sauna rigeneri sia il corpo che la mente. I russi non vanno in sauna solo per ritemprarsi ma anche per trascorrere alcune ore con amici e parenti.

Essere in buona compagnia è importante per rimanere in sauna più a lungo e permettere al fisico e allo spirito di rigenerarsi al meglio. Dopo essersi surriscaldati in sauna ci si tuffa nella neve o nell’acqua gelata. E per concludere questo rituale ci si augura reciprocamente una salute di ferro.

 

 

 

Laurea in Lingue all’Università di Macerata, Master in lingua e filologia russa all’Università Statale di San Pietroburgo. Traduttrice, insegnante, viaggiatrice. Appassionata di lingua e cultura russa, della Russia e delle Repubbliche dell’ex Unione Sovietica. “Traduco per creare comunicazione e incoraggiare alla conoscenza e alla comprensione”.

Carla Scanzani

Laurea in Lingue all'Università di Macerata, Master in lingua e filologia russa all'Università Statale di San Pietroburgo. Traduttrice, insegnante, viaggiatrice. Appassionata di lingua e cultura russa, della Russia e delle Repubbliche dell’ex Unione Sovietica. “Traduco per creare comunicazione e incoraggiare alla conoscenza e alla comprensione”.