Medvedev: gli USA hanno dichiarato una guerra commerciale totale alla Russia

Con la legge sulle sanzioni gli USA hanno dichiarato una completa guerra commerciale alla Russia mettendo fine alle speranze di miglioramento delle relazioni bilaterali. A dichiarare ciò è stato il primo ministro Dmitrij Medvedev.

Fonte Ria.ru 2/08/2017 Traduzione di Antonino Santoro

La firma del presidente USA della nuova legge sulle sanzioni contro la Russia avrà diverse conseguenze. In primis la fine delle speranze di miglioramento delle nostre relazioni con la nuova amministrazione americana. Alla Russia è stata poi dichiarata una completa guerra commerciale. L’amministrazione Trump ha dimostrato una completa impotenza, trasferendo nel modo più umiliante i poteri esecutivi al congresso. Questo cambia l’equilibrio di potere negli ambienti politici negli USA” – ha scritto sulla propria pagina Facebook.

Il capo del governo ha espresso la propria sicurezza sul fatto che le nuove sanzioni contro Mosca saranno in vigore per decine di anni e avranno anche restrizioni più forti le quali erano state previste dall’emendamento Jackson-Vanik entrato in vigore nel 1974 e rimosso solamente dopo 38 anni.

“[Il regime delle sanzioni] ha un carattere onnicomprensivo e non potrà essere rimosso da provvedimenti speciali del presidente senza il consenso del congresso. In questo modo le relazioni tra Russia e USA saremmo abbastanza tese indipendentemente dalla composizione del congresso o dalla personalità del presidente” – ha indicato Medvedev.

L’isteria anti russa si è tramutata in una parte chiave non solo della politica estera ma anche di quella interna agli Stati Uniti e pertanto gli interessi del business USA sono stati completamente ignorati, ha affermato il premier.

L’establishment americano ha fatto un gran brutto tiro a Trump. Il presidente non è felice delle nuove sanzioni ma non poteva non firmare la legge. La storia delle nuove sanzioni ha creato innanzitutto un ulteriore modo per mettere Trump in riga. Davanti vi saranno nuove puntate tutte con un unico scopo finale: rimuoverlo dal potere. Colui che gioca al di fuori delle regole del sistema deve essere liquidato – ha aggiunto Medvedev

Mercoledì il presidente USA Donald Trump ha firmato il progetto di legge su nuove sanzioni contro la Russia, l’Iran e la Corea del Nord. La Casa Bianca ha pubblicato una dichiarazione del leader americano nella quale si evince come il documento sia sbagliato e vada conto la costituzione USA. Trump non ha escluso che Washington farà dei passi per evitare conseguenze negative sul business americano e sugli amici ed alleati degli USA. 

Leggi anche
Erdogan su tutte le furie: Putin non risponde alle chiamate

Dmitrij Peskov portavoce del presidente russo commentando la firma della legge sulle sanzioni ha notato come questo non cambi nulla dato che il documento è stato realizzato proprio in tal modo. Parlando delle possibilità di misure di risposta, il portavoce ha ricordato come esse “siano già state prese”.

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com

Antonino Santoro

Traduttore, Collaboratore. Mi sono unito al progetto di RIT per la mia passione verso la traduzione e la lingua russa.
antosha87sr@gmail.com