10 fatti interessanti sulla leggendaria Lada NIVA – 2° Parte

Fonte: fishki.net –  Tradotto da Massimiliano Macrì 

10 fatti interessanti sulla LADA-2121* NIVA – 2° Parte

Nel 1977, il 5 aprile per la precisione, dalla catena di montaggio dello stabilimento della VAZ uscì la prima Lada NIVA 4×4, il pianale delle Niva derivava da quello di una mietitrebbiatrice semovente semicingolata. In effetti, questo modello può audacemente essere considerato il primo fuoristrada di classe compatta al mondo.

*Il nome nella versione russa è VAZ-2121 NIVA, ma abbiamo preferito usare “LADA”, cioè il nome con cui venivano commercializzate le VAZ all’estero.

 

I lavori per la progettazione della vettura iniziarono nel 1970. Il promotore di questa iniziativa fu il primo ministro dell’Unione Sovietica Aleksej Nikolaevič Kosygin che voleva realizzare “una macchina adatta al villaggio di campagna”. Lui si augurava di creare una versione della Lada con quattro ruote motrici, che sarebbe dovuta essere all’altezza anche sulle strade più impraticabili. Inizialmente i progettisti pensarono di sollevare un po’ l’assetto della Žiguli e dotarla della trazione integrale, ma successivamente fu deciso di creare un’auto radicalmente nuova.

Vi raccontiamo dieci fatti interessanti su questa popolarissima vettura. CLICCA QUI se vuoi leggere la prima parte dell’articolo.

 

 

6. Per non parlare della conquista del Polo Nord, nell’aprile 1999 la Niva fu sganciata con un paracadute sull’Artico da dove raggiunse il polo geografico terrestre. Un’altra Niva, di serie questa volta, è rimasta in servizio in Antartide presso la stazione di Bellingshausen (una base antartica permanente russa N.d.T.), per 15 anni, dove era stata inviata nel 1990 su richiesta dei ricercatori. Il primo anno ci lavorò il collaudatore aziendale Nikolaj Makeev, successivamente la Niva venne affidata al personale della spedizione antartica e gestita da loro fino ad oggi. Il chilometraggio totale della vettura è di 11 800 km. Vicino alla stazione di Bellingshausen ci sono nove accampamenti permanenti e sei stagionali, la Niva rossa fiammante, nel suo secondo decennio di attività, ha fatto la spola per le nevi antartiche tra un accampamento e l’altro, quale migliore pubblicità per l’industria automobilistica sovietica? Tuttavia, va sottolineato che l’Antartide non è “eccessivamente” freddo, le temperature variano dagli 1° a -7° gradi Celsius.

Leggi anche
Prisma in cima alle classifiche di App Store in 10 paesi in appena 9 giorni

 

 

7. La Niva è riuscita a distinguersi anche nello sport. Nel 1981, partecipando alla super-maratona Parigi-Dakar, l’auto sovietica è riuscita a piazzarsi al terzo posto nella categoria fuoristrada. Sempre nello stesso anno, la Niva vinse due prestigiose gare rallistiche: il “Rally di Tunisia” e il “Rally di Algeria”. Il 1982 è stato caratterizzato dal fatto che il conducente Jean-Claude Briavuan con una Niva si classificò al secondo posto nella classifica generale della Parigi-Dakar e il francese André Tress con la stessa vettura sovietica vinse due “Rally dei Faraoni” in Egitto e un’altra volta il “Rally di Algeria”. L’anno successivo la Niva ottenne di nuovo l’argento nella Dakar e occupò tutto il podio nel “Rally dei Faraoni”.

 

 

8.Una stella intramontabile, così poteva essere definita la Niva nel 1985, vinse il rally del Camerun e d’Algeria, oltre a due importantissime gare in Australia e in nuova Zelanda. Nel 1986 arrivò al primo posto in tutte le tappe del Wynn Safari, una gara rallistica che attraversava tutti gli angoli più selvaggi e remoti dell’Australia. Grazie a queste imprese la Niva si conquistò l’ammirazione degli australiani e di conseguenza le vendite dell’auto sovietica in Australia raddoppiarono, mentre in Francia le vendite aumentarono di sei volte, ne vennero vendute 24 mila.

 

 

9. La versione più insolita? Era quella anfibia denominata Niva 2122. Creata 40 anni fa, secondo la versione ufficiale era destinata ai cacciatori e ai pescatori. Inizialmente era stata pensata per essere usata dall’esercito e dai servizi segreti, purtroppo dopo aver superato i test governativi il progetto venne messo nel dimenticatoio. Tra i militari era conosciuto come “Il Progetto Fiume”. Il prototipo adesso si trova nel Museo dei Veicoli Militari di Rjazan. Un altro progetto che purtroppo non è andato oltre la fase sperimentale era il cosiddetto “Caporale”, che doveva essere un mini-camion.

Leggi anche
15 posti radioattivi in Russia da cui è meglio stare alla larga - 2° parte

 

 

10. La Niva più originale è stata la vettura progettata appositamente per il famosissimo Circo di Jurij Nikulin. Il modello speciale era stato ricavato da una vettura aperta sulla base di una Niva Fora. Su quest’auto hanno viaggiato moltissimo orsi veri.

 

Nato tra due mari, nel punto più ad est d’Italia, dalle parti di Lecce, in un sole troppo forte da sopportare. Ho studiato prima letteratura russa e inglese poi traduzione presso l’Università del Salento. Nel mezzo ho viaggiato per mezza Europa e vissuto e lavorato a Vilnius, Mosca, Kiev e Berlino ed ora a Londra. Eclettico e poliedrico, sono appassionato di fotografia, viaggi, arte, letteratura e opera, gioco a rugby da amatore. Se amo tutto ciò che riguarda la Russia lo devo anche a mio nonno che quando aveva 80 anni (ora ne ha 93) ha cominciato a studiare il russo dopo aver passato la sua vita in mare. Il mio sogno è di spingermi a est: a Vladivostok!

Massimiliano Macrì

Nato tra due mari, nel punto più ad est d’Italia, dalle parti di Lecce, in un sole troppo forte da sopportare. Ho studiato prima letteratura russa e inglese poi traduzione presso l’Università del Salento. Nel mezzo ho viaggiato per mezza Europa e vissuto e lavorato a Vilnius, Mosca, Kiev e Berlino ed ora a Londra. Eclettico e poliedrico, sono appassionato di fotografia, viaggi, arte, letteratura e opera, gioco a rugby da amatore. Se amo tutto ciò che riguarda la Russia lo devo anche a mio nonno che quando aveva 80 anni (ora ne ha 93) ha cominciato a studiare il russo dopo aver passato la sua vita in mare. Il mio sogno è di spingermi a est: a Vladivostok!