Novità sulle ipoteche: ecco come le giovani famiglie in Russia potranno acquistare un appartamento

Fonte: Pravda.ru, 9.08.2017, 
Tradotto da: Giulia Pinta, 
Редакция рубрики “Экономика”

Oltre ai mutui, i russi possono avvalersi anche di altri programmi di ottenimento per un’abitazione. Secondo le parole del presidente dell’Associazione dei Legali Immobiliari Oleg Suhov, l’ipoteca è oggi una delle modalità più diffuse per l’ottenimento di un’abitazione, anche se non è adatta a tutte le famiglie. Infatti sono ora operativi programmi di aiuto rivolti ad esempio alle famiglie giovani, che prevedono sussidi per l’acquisto di un appartamento oppure per la costruzione di una casa, o il rimborso dell’ultima o della prima rata per l’alloggio.

 Al fine di partecipare al programma e ottenere aiuto da parte dello Stato, è necessario rispettare determinate condizioni: l’età dei coniugi non deve superare i 35 anni, la famiglia è tenuta ad avere un reddito stabile, ma non tale da poter permettere loro di acquistare un appartamento autonomamente. Al programma possono prendere parte anche genitori single con figli minorenni. Alcuni criteri possono essere fissati da specifici atti regionali e allo stesso modo le autorità locali azionano i propri programmi, le cui condizioni possono differenziarsi da quelle federali.

A proposito di tutte le complessità che sussistono per una giovane famiglia nell’ ottenere una nuova abitazione, ha rilasciato un’intervista esclusiva a “Pravda.Ru” il vice presidente del Comitato della Duma di Stato per la Politica Abitativa e l’Ingegneria Urbana Paul Kachkaev:

È possibile, secondo lei, migliorare il programma di assistenza alle famiglie giovani, ampliando il numero dei partecipanti?

-Già in precedenza ho sollevato la questione diverse volte. Supponiamo che una giovane famiglia, in cui ognuno dei coniugi ha circa 30 anni, si mette in coda per questo programma, le cui code sono spesso piuttosto lunghe, in media non durano mai meno di 8-10 anni. Però non appena i coniugi compiono 36 anni vengono tagliati automaticamente fuori dal progetto. Questo è ingiusto. Le persone si mettono in coda hanno il diritto di restarci fino a quando non avranno ottenuto un appartamento. Io noto questa ingiustizia, ma per quello che riguarda possibili soluzioni non ho idee al momento.

Leggi anche
“Il patriottismo non è solo orgoglio per il proprio paese ma anche vergogna”

Come valuta la proposta dei deputati di assegnare sovvenzioni per l’acquisto di alloggi per le famiglie con cinque o più figli?

– Tutto dipende dalla situazione finanziaria del soggetto o del comune. Agevolazioni supplementari per famiglie numerose sono già state adottate da una serie di regioni russe. Ad esempio, alle famiglie della Baschiria, nelle quali sono presenti solitamente più di 9 figli, viene dato un minivan, mentre le famiglie con tre figli ricevono gratuitamente un alloggio di servizio senza bisogno di mettersi in coda. In linea di principio sono gli stessi deputati del consiglio comunale a prendere decisioni riguardo alle agevolazioni supplementari. Se una persona ha cinque figli, ciò rappresenta una grande responsabilità e comporta molte fatiche. Ad esempio, 17 anni fa garantivamo alloggi per i disabili di primo grado, ma tra il 2003 e il 2005 la coda di tali disabili per ottenere gli alloggi non era più possibile. Poi una parte delle decisioni prese da deputati o dall’insieme dei deputati è stata limitata da rettifiche nel codice immobiliare. A mio avviso, per le famiglie numerose è necessario stabilire agevolazioni supplementari per l’acquisizione di un’abitazione.

Possiamo quindi parlare di efficacia in relazione al programma “Capitale di Maternità” per migliorare le condizioni abitative?

– Penso che questo costituisca un grande aiuto per le persone. Se si prende un bilocale con un valore di circa 2,5 milioni, allora 400.000 rubli in molte regioni è già oltre il 10% della prima rata di mutuo. Considerando che ora gli interessi ipotecari sono scesi dell’ 11%, questo comporta nel complesso cifre piuttosto rispettabili per il miglioramento delle condizioni di vita. L’appartamento è volto ad un uso di soli sei mesi.

Leggi anche
Medvedev ha approvato una lista di aeroporti di importanza federale

Vi è inoltre un’ulteriore iniziativa parlamentare: una sovvenzione destinata alle giovani famiglie per l’acquisto di abitazioni volta a sostituire il pagamento degli interessi sui mutui. Sarà efficace una tale proposta?

– In Baschiria un programma simile ha funzionato nel 2010-2011. Se nasceva un bambino, la famiglia veniva liberata dal pagamento dell’8% dei contributi, se ne nasceva un secondo dall’ 11%: in questo modo è stato possibile ridurre il costo dei pagamenti ipotecari fino al 4%. Proprio per questo, non è necessario modificare la legislazione federale, ma piuttosto prendere una decisione in base ai soggetti.

Classe 1993, ho conseguito la laurea in Scienze della Mediazione Linguistica all’Università di Torino con una tesi intitolata ‘Da Cigno bianco ad oca grigia: il matrimonio contadino russo’, inserendomi tra le pochissime fonti italiane sul tema. Attualmente porto avanti lo studio del russo e del tedesco in magistrale. Dopo numerosissimi viaggi in Russia, tra città e campagne, a contatto con quel popolo meraviglioso, ci ho lasciato il cuore. Quel Paese è diventato aria indispensabile per i miei polmoni, ne sono inebriata.

Giulia Pinta

Classe 1993, ho conseguito la laurea in Scienze della Mediazione Linguistica all’Università di Torino con una tesi intitolata ‘Da Cigno bianco ad oca grigia: il matrimonio contadino russo’, inserendomi tra le pochissime fonti italiane sul tema. Attualmente porto avanti lo studio del russo e del tedesco in magistrale. Dopo numerosissimi viaggi in Russia, tra città e campagne, a contatto con quel popolo meraviglioso, ci ho lasciato il cuore. Quel Paese è diventato aria indispensabile per i miei polmoni, ne sono inebriata.