Il Festival del Cinema di Venezia

Fonte: RIA Novosti

30/08/2017                         Traduzione di Chiara Pavan

 

La Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia è il festival cinematografico internazionale più antico al mondo che ogni anno si svolge a Venezia dalla fine di agosto fino ai primi di settembre.

Il Festival del Cinema di Venezia venne inaugurato il 21 agosto 1932 come Esposizione d’Arte ed era parte integrante della Biennale.

La prima edizione del Festival si svolse sulla terrazza dell’hotel “Excelsior” al Lido di Venezia. La prima pellicola ad essere proiettata fu “Dr. Jekyll e Mr. Hyde” di Rouben Mamoulian. Quell’anno furono nominati 10 lavori provenienti da diversi paesi stranieri, tra i quali Francia, Urss, Germania e Stati Uniti. In tutto nel programma del concorso furono inseriti 29 lungometraggi e 11 cortometraggi.

Parallelamente alla solenne cerimonia d’apertura del concorso, nella città si svolgeva il Carnevale. Sul concludersi del Festival, Benito Mussolini e il direttore della mostra da lui designato, il collezionista e storico d’arte Antonio Marioni, non erano soddisfatti con le decisioni prese dalla giuria. Nella lista dei premiati non figurava infatti nemmeno un film italiano, cosicché si decise di non premiare nessuno, ma soltanto di distribuire degli attestati di partecipazione.

Alla seconda edizione del Festival nel 1934 parteciparono 19 paesi. Venne introdotta la Coppa Mussolini, premio assegnato al miglior film straniero e al miglior film italiano. Il premio per il miglior film straniero andò alla pellicola di Robert Flaherty, “L’uomo di Aran”.

Dal 1935 il Festival divenne un evento annuale e aumentò il numero di film e paesi partecipanti. Il miglior attore e la migliore attrice venivano da ora premiati con la Coppa Volpi, premio che porta il nome di uno dei fondatori del Festival, il conte Giuseppe Volpi.

Leggi anche
38esimo Festival internazionale del cinema di Mosca: il San Giorgio va a “Daughter”

Nel 1936 venne eletta una giuria internazionale, mentre nel 1937 venne inaugurato il Palazzo del Cinema, nel quale da quel momento in poi si svolse il Festival di Venezia.

Tra il 1943 e il 1945 l’evento non ebbe luogo, ma venne ripreso nel 1946.

Dal 1949 il premio più prestigioso del Festival divenne il “Leone d’oro di San Marco”, successivamente denominato soltanto “Leone d’oro”.

Tra il 1969 e il 1979 al Festival non ci fu alcun concorso e vennero premiati soltanto i singoli film.

Negli anni ’80 si iniziarono a organizzare nell’ambito del Festival diversi concorsi, per i lungometraggi, i cortometraggi, i cartoni animati e i documentari.

Il programma del Festival 2017 è suddiviso in maniera molto semplice:

  • Programma principale, che include il concorso, il programma “Orizzonti”, mostra dei fuori concorso e “I classici di Venezia”;
  • Sezioni autonome e parallele, nelle quali rientrano la Settimana Internazionale della Critica e il concorso del cinema d’autore;
  • Mercato del cinema.

Al concorso principale partecipano non più di 20 film, che vengono ammessi esclusivamente qualora non abbiano partecipato ad alcun festival e che non siano mai stati mostrati al pubblico. I lavori vengono selezionati dal direttore del Festival assieme a una commissione di esperti in ambito artistico e cinematografico. La giuria è composta da nove persone. I film partecipanti non vengono resi noti fino al momento della loro pubblicazione ufficiale.

Premi del concorso:

  • “Leone d’oro” per il miglior film, è il premio più prestigioso del Festival;
  • “Leone d’argento” è il premio della giuria;
  • “Leone d’argento” per il miglior regista;
  • “Coppa Volpi” per il miglior attore;
  • “Coppa Volpi” per la migliore attrice;
  • Premio “Marcello Mastroianni” per il miglior attore o attrice della categoria giovani;
  • Premio per la migliore sceneggiatura;
  • Premio speciale della giuria.

La sezione “Orizzonti” riguarda quei film che rappresentano nuove tendenze nell’ambito del cinema internazionale, una particolare attenzione è dedicata ai film debutto ma anche a quelli che fanno riferimento a generi concreti o che esprimono originalità creativa. Questa sezione comprende 18 film, nonché una selezione di cortometraggi della durata non superiore ai 20 minuti. La giuria del programma “Orizzonti” è composta da sette persone, tutti professionisti dell’ambito cinematografico e culturale.

Leggi anche
Capire e amare la Russia

I premi vengono assegnati per le seguenti categorie: premio Orizzonti per il miglior film del programma; premio Orizzonti per il miglior regista; premio speciale della giuria di Orizzonti; premio Orizzonti per il miglior attore e la migliore attrice; premio Orizzonti per la migliore sceneggiatura; premio Orizzonti per il miglior cortometraggio.

“I classici di Venezia” è un programma che comprende una selezione dei migliori film classici degli anni precedenti restaurati e documentari sul cinema. In questo programma vengono assegnati due premi, uno per il miglior film restaurato e uno per il miglior documentario dedicato alla cinematografia.

I film fuori concorso arrivano a un massimo di 18. Tra questi figurano le première mondiali dell’anno corrente e i film premiati ad altri festival l’anno precedente.

Nelle sezioni autonome e parallele i film sono divisi in due categorie dall’Unione nazionale dei critici d’Italia e dall’Associazione nazionale dei produttori cinematografici italiani, gli stessi che stabiliscono le regole del concorso e i premi.

Il film debutto favorito partecipante al concorso del festival può essere riconosciuto con il premio Luigi De Laurentiis.

Il miglior film della 73esima edizione del Festival del Cinema di Venezia, svoltosi dal 31 agosto al 10 settembre 2016, è stato il film del regista filippino Lav Diaz, “The Woman Who Left” (Ang babaeng humayo).

Il gran premio della giuria del Festival è stato assegnato invece al regista Tom Ford per il suo film “Animali Notturni”.

La giuria internazionale ha poi premiato con la “Coppa Volpi” l’attrice Emma Stone come miglior attrice per la sua interpretazione nel musical di Damien Chazelle “La La Land” e l’argentino Oscar Martinez come miglior attore per il suo lavoro ne “El ciudadano ilustre”.

Leggi anche
Il festival cinematografico "Kinotavr" comincia con una dichiarazione d'amore a Pietroburgo

Il premio speciale della giuria è stato vinto dalla regista americana Ana Lily Amirpour per la sua opera post-apocalittica “The Bad Batch”.

Il film del regista cileno Pablo Larraìn, “Jackie”, che racconta la vita della nota first lady americana, è stato premiato per la migliore sceneggiatura.

Il premio Marcello Mastroianni è stato assegnato alla giovane attrice tedesca Paula Beer per il suo ruolo in “Frantz”, di François Ozon.

La regia ha voluto attribuire due premi “Leone d’argento” per la miglior regia, uno ad Andrej Končalovskij per il suo “Raj” e uno al messicano Amat Escalante, presentatosi a Venezia con il film “La Region Salvaje”.

Inoltre, il film “Raj” ha ricevuto un premio speciale, il Soundtrack Stars Award, per la migliore colonna sonora. Andrej Končalovskij è stato poi premiato con il Premio cinematografico internazionale cattolico Robert Bresson, che viene assegnato per la ricerca spirituale nel cinema.

Il “Leone d’oro” alla carriera è andato all’attore francese Jean-Paul Belmondo.

Nel 2017, la 74esima edizione del Festival del Cinema di Venezia si svolge dal 30 agosto al 9 settembre 2017 al Lido di Venezia. Presidente della giuria internazionale è l’attrice americana Annette Bening. Di film contemporanei russi presenti al Festival non ve ne sono, ma nella sezione “Classici di Venezia” verrà mostrato in versione restaurata il dramma di guerra “Va’ e vedi” del 1985 del regista Elem Klimov.

Nata a Lecco, classe 1991. Laureata in Traduzione specialistica, traduco per il tedesco e il russo. I viaggi, il cinema e la cucina sono tra le mie più grandi passioni.

Chiara Pavan

Nata a Lecco, classe 1991. Laureata in Traduzione specialistica, traduco per il tedesco e il russo. I viaggi, il cinema e la cucina sono tra le mie più grandi passioni.