“Il mondiale migliore di sempre. Russia, ci mancherai” Così gli americani salutano il mondiale russo

Tornati ormai in patria, gli inglesi si sono indignati per la predilezione dei russi per l’aneto, hanno paragonato il sapore dell’acqua russa all’acqua di fogna e hanno perfino parlato male dei telecronisti locali. Gli americani invece sono rimasti sorpresi da un campionato che prometteva poco, ma ha dato molto, e hanno confessato che a loro la Russia mancherà molto.

Quarantacinque cose che non sapevi sulla Russia

The Independent ha pubblicato una lista di quarantacinque cose sulla Russia di cui i tifosi britannici sono venuti a conoscenza durante i campionati mondiali di calcio. Prima su tutte, la passione sfrenata dei russi per l’aneto del quale fanno uso su ogni pietanza senza alcuna eccezione.

I tifosi hanno poi osservato che l’acqua del rubinetto ricorda il sapore del sangue e consigliano di evitarla assolutamente. “E ci lamentiamo dell’acqua di Balham (un sobborgo di Londra, ndr)”, dice l’Independent. È stato necessario quindi ricorrere all’acqua in bottiglia, ma esclusivamente senza gas: l’acqua frizzante, secondo i giornalisti dell’Independent, sapeva infatti da fogna.

Ma gli inglesi sono anche rimasti colpiti positivamente dall’ospitalità dei russi.  “Un altro consiglio: non pensate che il popolo russo corrisponda alla politica della Russia. Lì Vladimir Putin è veramente amato: le magliette con la sua faccia sono vendute in ogni singola fermata della metro, ma c’è una grande differenza fra il presidente della Russia e il popolo che governa. Quasi dappertutto, in qualunque posto voi andiate, i russi sono cordiali, ospitali, generosi e allegri. Può essere che fosse una facciata messa su per il mondiale? Forse, ma non vogliamo crederlo”, si legge nel giornale.

Viene anche fatto notare come la barriera linguistica in Russia sia piuttosto forte e come i locali in paesi come Giappone, India e Thailandia parlino molto meglio l’inglese. Ma la maggior parte delle critiche sono state rivolte ai commentatori televisivi russi che non avrebbero avuto alcuna comprensione del gioco.

“Quando guardate una partita di calcio in tv il tono dei cronisti dovrebbe essere adeguato alla situazione in campo. Invece se ascoltate una telecronaca russa, osservate l’esaltazione eccessiva ogni volta che la palla supera la metà campo, anche se ci sono cinque difensori fra la palla e la rete e la possibilità di segnare è quasi nulla. Se state facendo qualcos’altro durante la partita, ci vuole un po’ per abituarsi al costante richiamo all’attenzione.”

La Russia ha vinto il mondiale fuori dal campo.

Rimanendo sempre in Gran Bretagna, Sky News UK ha invece descritto quella della Russia come una vera e propria vittoria, sfatando in pieno miti e pregiudizi.

Secondo loro, il presidente Vladimir Putin e il governo hanno lavorato sodo per organizzare il mondiale di calcio migliore della storia e per mettere fine una volta per tutta all’immagine della Russia come paese ostile e scorbutico. Sky ha detto che non c’è dubbio che il campionato sia stato una rivelazione, sia dentro che fuori dal campo, per gli ospiti giunti da tutto il mondo.

 “Una cosa è certa. Sì, la Russia non ha vinto il mondiale sul campo. Ma ha sicuramente vinto il suo mondiale, il mondiale russo, per strada e in tutte le città ospitanti.”

 “La Russia ha ospitato i migliori giochi mondiali della storia”

Il giornale americano USA Today ha fatto riferimento alle dichiarazioni del presidente della FIFA Gianni Infantino, secondo cui i mondiali appena passati sono stati i migliori della storia. Dichiarazioni che hanno ottenuto grandi consensi in tutto il mondo, nonostante all’inizio organizzare i mondiali in Russia potesse sembrare una decisione sbagliata, perfino corrotta. USA Today ha in ogni caso ricordato come i passati eventi sportivi in Russia erano stati macchiati da importanti scandali: “Gli scorsi giochi olimpici, che costituivano il tentativo più recente dei russi di organizzare un evento sportivo di grande portata, si svolsero senza problemi, ma costarono una fortuna e furono segnati da uno scandalo di doping che coinvolse numerosi atleti del paese ospitante”.

Ma in ogni caso, i giornalisti americani hanno scritto di come, nonostante le scarse aspettative, il mondiale sia piaciuto a tutti e molti turisti-tifosi avranno nostalgia di questo mese appena passato: “Tuttavia non c’è stata alcun atteggiamento ostile. La politica di Putin lascia molto a desiderare, ma il popolo russo si è fatto portatore di una grande carica, hanno vissuto il mondiale con lo spirito giusto e hanno colto in pieno l’occasione di mostrare il vero volto del paese. Quello appena passato è stato un mese particolare, pieno di emozioni, che ci mancherà e al quale guarderemo indietro con rispetto, nostalgia e affetto. Questo mondiale prometteva così poco, ma ci ha dato così tanto…più di qualsiasi altro mondiale nella storia”.

FONTE: gazeta.ru, 16 luglio 2018, di Konstantin Lesik, Traduzione di Davide Canu

 

Laureato in Comunicazione Interlinguistica Applicata presso l’Università degli Studi di Trieste dove ho studiato nello specifico inglese, russo e tedesco, ho una grande passione per la Russia data dalla sua ampia storia e varietà geografica. Ho avuto la fortuna di poter passare due mesi alla MGLU di Mosca, dove ho seguito alcuni corsi grazie ad una opportunità di scambio studentesco offerta dalla mia università.

Davide Canu

Laureato in Comunicazione Interlinguistica Applicata presso l'Università degli Studi di Trieste dove ho studiato nello specifico inglese, russo e tedesco, ho una grande passione per la Russia data dalla sua ampia storia e varietà geografica. Ho avuto la fortuna di poter passare due mesi alla MGLU di Mosca, dove ho seguito alcuni corsi grazie ad una opportunità di scambio studentesco offerta dalla mia università.