La presidente dell’Estonia sostiene che i bambini russi vogliono imparare l’estone

La presidente estone Kersti Kaljulaid ha dichiarato che la popolazione di lingua russa dell’Estonia non insiste nel voler conservare le scuole russe e propende invece per l’istruzione in lingua estone. L’intervista con il capo di stato della repubblica baltica è stata pubblicata sul sito del giornale Kommersant.

Secondo la sua versione, gli abitanti parlanti russo cercano di mandare i figli nelle scuole e negli asili in cui l’insegnamento si svolge in lingua estone, e manca la volontà di mantenere il sistema scolastico bilingue.

Kaljulaid ha promesso che il governo si impegnerà affinché ogni bambino, in Estonia, «uscendo dalla scuola materna abbia la possibilità di accedere alla scuola estone». Secondo lei, il sistema di insegnamento in due lingue è superfluo e lei non vede motivo di mantenerlo.

A sostegno della sua tesi Kaljulaid porta anche il fattore economico: «l’Estonia spende il 7% del proprio PIL per l’istruzione. Questa è una cosa da considerare, è una percentuale altissima. Il bilinguismo del sistema scolastico senza dubbio contribuisce a questa misura». A suo dire le autorità estoni considererebbero la possibilità di mantenere le scuole russe se il paese «fosse più ricco, come la Finlandia».

In passato Kaljulaid si era già espressa in favore dello smantellamento del sistema scolastico in due lingue, sostenendo la propria posizione col fatto che l’insegnamento in russo nelle scuole nazionali «rappresenta una minaccia alla lingua e alla cultura estoni». Il capo di stato reputa che tutte le forze politiche del paese condividono la stessa opinione sul futuro del sistema scolastico estone e la rinuncia alle scuole di lingua russa permetterà di porre fine alla divisione della popolazione estone «in due comunità».

Quasi il 30% degli abitanti dell’Estonia considera il russo la propria lingua madre. La popolazione russofona esiste praticamente in tutte le regioni del paese, ma una concentrazione più alta si trova nel nord-est del paese e a sud-est di Tallinn. Al momento in Estonia sono in funzione 74 scuole russe, dove è possibile studiare parzialmente in russo. Il numero delle materie che vengono insegnate in russo in queste scuole non supera il 60%.

Fonte: Lenta.ru; 19/04/2019; tradotto da Daria Mangione

Daria Mangione

Laureata in lingue e letterature straniere e in studi sull'Europa orientale. Ho vissuto in Russia, Ucraina ed Estonia, scrivo e traduco sia per lavoro che per passione.