Il segno della qualità: come saranno le biblioteche di nuova generazione

Come vengono realizzate le biblioteche modello in Russia

In Russia nell’ambito del progetto nazionale «Kul’tura (Cultura)» vengono realizzate delle biblioteche modello. Questi sono veri centri intellettuali e educativi, che al loro interno uniscono un bel design, la comodità dello spazio e l’accesso alle più innovative tecnologie d’informazione. Su come dovrebbe essere una biblioteca modello e quante di queste appariranno in Russia rientrano nel materiale informativo di Gazeta.Ru.

Nelle regioni russe, nell’ambito del progetto nazionale «Cultura», sono comparse le biblioteche modello. Queste sono biblioteche esemplari, che si trovano in locali ben curati, che sono dotate con le contemporanee apparecchiature computerizzate e che utilizzano nel lavoro le più recenti tecnologie d’informazione. 

Le biblioteche di nuova generazione saranno 110 all’anno nelle regioni. Il portale «Il futuro della Russia. Progetti nazionali» ha riferito che il direttore della Biblioteca Statale Russa (RGB) Vadim Duda lo ha comunicato alla conferenza stampa, tenutasi nei giorni intorno alla data di fondazione della RGB (1 luglio 1862).

«Leninka è un attivo partecipante dei progetti nazionali e provvederà al lancio delle biblioteche modello nelle regioni della Russia. Ci saranno 110 biblioteche all’anno nelle regioni. Riteniamo che sia un grande traguardo per il nostro paese», ha detto Duda. 

Le prime biblioteche modello saranno inaugurate a ottobre di quest’anno. Già nell’anno corrente in ciascun soggetto saranno modernizzate da 1 a 9 biblioteche nell’ambito del progetto nazionale. In questo momento tutti i progetti si trovano nello stadio di realizzazione, stanno andando avanti i restauri e la connessione alle risorse elettroniche.

«I primi risultati ci saranno in ottobre. Per quel tempo alcune delle prime biblioteche saranno inaugurate, la maggior parte sarà aperta a novembre e per il primo dicembre tutte e 110 saranno in funzione», ha detto il capo del dipartimento dei progetti prioritari e dipartimentali della RGB, Anastasija Djatlovskaja.

Di esse, 30 hanno lo status di biblioteca centrale del distretto o di biblioteca cittadina centrale. Altre 80 sono biblioteche municipali.

Il progetto nazionale «Cultura» consiste di tre sottosezioni: «Ambiente culturale», «Uomini creativi» e «Cultura digitale». Si pianifica di distribuire sulle attività del progetto in tutto 113,5 miliardi di rubli (dal budget federale provengono 109,7 miliardi di rubli, mentre dal budget delle amministrazioni della Repubblica Federale 3,8 miliardi di rubli). Per il programma «Ambiente culturale» è previsto il finanziamento di 84 miliardi di rubli.

Il progetto nazionale propone che 660 biblioteche municipali diventino contemporanei centri intellettuali e educativi entro il 2024. 

La Djatlovskaja ha osservato che, probabilmente, non ci fermeremo a questo programma. In tutto nel paese ci sono quasi 40mila biblioteche municipali.

È stata approvata la distribuzione dei trasferimenti del budget del valore di 700 milioni di rubli tra 38 soggetti per la creazione delle biblioteche modello municipali. Secondo uno stesso standard, in queste biblioteche è previsto l’internet superveloce, l’accesso a diverse risorse informatiche, la stampa periodica. L’affluenza alle biblioteche, secondo il progetto nazionale, dovrebbe aumentare di due volte e mezzo.

Inoltre, ogni anno è previsto l’aggiornamento dei fondi delle biblioteche municipali del 5-10%. Negli ambienti della biblioteca saranno creati contemporanei centri informatici per l’accesso a internet. Sarà possibile lavorare con diversi database, ma anche avere l’accesso al sistema informatico nazionale, ossia alla «Biblioteca nazionale elettronica».

È importante non solo l’accesso delle istituzioni alle risorse federali elettroniche e multimediali, ma anche la creazione di uno spazio contemporaneo. Perciò, tutti gli edifici saranno ristrutturati. Saranno comprati nuovi arredamenti e nuove apparecchiature. Inoltre, è necessario creare strutture per le persone con disabilità.

Bisogna notare che le biblioteche modello sono progettate per migliorare la qualità del servizio. Per questo, si progetta di organizzare un corso preparatorio professionale e qualifiche superiori per il personale di base della biblioteca.

Si suppone che le biblioteche avranno spazi espositivi, aree per i bambini, zone per le proiezioni cinematografiche, per le lezioni, per le presentazioni e per i concerti. 

La RGB è il coordinatore del progetto. Nelle regioni saranno creati uffici progettuali. Essi coordineranno le attività del progetto sul posto. Così, per esempio, nella Repubblica della Baškirija entro il 2024 saranno create 20 biblioteche modello. Qua le biblioteche ammodernate avranno l’accesso all’internet veloce e diventeranno ambienti per il lavoro di diversi gruppi. Nel Territorio del litorale saranno realizzate tre biblioteche contemporanee. «Ciò permetterà di organizzare uno spazio bibliotecario contemporaneo e confortevole, nel quale ci sarà la possibilità di creare circoli di dibattito, punti di consultazione e aule per tutte le età, trasformando la biblioteca nel centro della vita culturale della regione», è stato sottolineato durante la conferenza stampa dell’amministrazione del Territorio del litorale. 

I rappresentanti del governo della Mordovia pianificano di realizzare 18 biblioteche modello entro il 2024. La riqualificazione delle biblioteche municipali, secondo lo standard del modello, le trasformerà in centri intellettuali avanzati. Così ritengono nella Repubblica.

La ricostruzione totale avrà luogo in oltre 20 biblioteche dell’oblast’ di Ul’janovsk. Il governatore Sergej Morozov ha notato che le biblioteche devono diventare un centro di attrazione per le diverse comunità locali in età dai tre ai sessanta anni e oltre. Questi sono soltanto alcuni esempi della realizzazione del progetto nelle regioni. Ogni anno, sulla base dei risultati del concorso, 30 biblioteche federali riceveranno 10 milioni di rubli del budget federale, i restanti partecipanti avranno 5 milioni. Secondo il progetto nazionale, queste biblioteche dovranno esserci in tutte le regioni della Russia. 

Vadim Duda ha detto che se un soggetto, cui è stato assegnato il finanziamento per lo sviluppo delle biblioteche nell’ambito del progetto nazionale, non rispetta la scadenza, dovrà allora restituire i fondi ricevuti. 

Le biblioteche di nuova generazione avranno accesso alla Biblioteca Elettronica Nazionale. Nell’ambito del progetto «La cultura digitale» (parte del progetto nazionale) sarà digitalizzato un gran numero di monumenti della letteratura. Infatti, a causa delle consultazioni, molti libri o giornali col tempo diventano inutilizzabili. La digitalizzazione salverà la copia cartacea e fornirà un accesso da remoto.

Fonte: m.gazeta.ru, 10/07/2019 – Ufficio «Kul’tura», traduzione di Rebecca Gigli 

 

Rebecca Gigli

Galeotto fu l'incontro con la letteratura russa. Infatti, nel mio caso, la passione per la Russia e la sua cultura sono nate dalla scoperta dei suoi scrittori. È stato naturale, quindi, scegliere di studiare lingue all'università. Anche adesso, dopo aver conseguito la laurea magistrale, continuo a coltivare il mio interesse per il mondo slavo. In particolare, spero di tornare presto a visitare questo paese dalle mille contraddizioni, ma dal fascino ineguagliabile