Alla ricerca della bellezza: come funziona la scuola di balletto di Kaluga

Come l’arte ispira la gestione di un business 

Julija Perevedenceva da Kaluga ha aperto un’attività davvero socialmente significativa. Lei insegna a grandi e piccoli la danza classica. Dopo aver lavorato come insegnante in alcune sale da ballo, Julija ha deciso di mettersi in proprio, sensibilizzando al balletto gli abitanti della città, dai piccoli ai grandi. Proprio in quest’arte preferita in Russia, gli allievi della scuola del balletto trovano la strada per la salute e la bellezza, ha riferito Julija a Gazeta.Ru nell’ambito del progetto speciale sul business. 

Non tutti riescono a trasformare la propria occupazione preferita in un business di successo. Per la propria attività c’è bisogno d’ispirazione e coraggio. Per Julija Perevedenceva da Kaluga l’amore per il balletto, l’amore per i bambini, ma anche la perseveranza nel raggiungere gli obiettivi sono diventati i punti di partenza per la costruzione del proprio business: la scuola di balletto. 

«L’idea di aprire una scuola è emersa molto tempo fa, ma sono riuscita a realizzarla solo nel dicembre del 2018. La spinta principale è stata la vittoria nel concorso «Mamma-imprenditore» e il ricevere una borsa premio di 100 mila rubli. Quando sono comparsi i fondi, allora non c’erano più motivi per rimandare questo sogno», ha raccontato Julija a Gazeta.Ru.

L’insegnamento è apparso attraente per Julija già dalla giovinezza. Tuttavia, per insegnare un’arte così alta come il balletto, è necessario ricevere anche un’appropriata formazione. 

La direttrice della scuola di balletto ha praticato danza tutta la vita. «A 4 anni sono stata mandata nel miglior ensemble per bambini chiamato V. S. Lokotev, là ho studiato fino agli 11 anni. Dal 2006 al 2011 ho studiato in una delle migliori scuole del mondo: la scuola-studio presso l’ensemble accademico statale di danza popolare Igor’ Moiseev. Più tardi, ho terminato l’Università statale di Mosca di cultura e arte con specializzazione «insegnante di balletto», ha riferito Julija.

In seguito, l’imprenditrice ha lavorato come insegnante-coreografa, ha preparato molti bambini talentuosi per l’ammissione agli istituti superiori con specializzazioni in coreografie, ma il sogno di aprire una propria scuola non si era realizzato. 

Con competenze di qualità e un interessante progetto imprenditoriale Julija ha deciso di prendere parte al progetto formativo federale per lo sviluppo dell’imprenditoria femminile «Mamma-imprenditore» a Kaluga. 

«Abbiamo seguito un corso di formazione gratuito sulle basi dell’imprenditoria, su come tenere la contabilità, su come pagare le tasse, come scrivere un business plan. A proposito, quando feci la domanda di adesione, scrissi un business plan come potevo. È stato un bene che dopo ci hanno insegnato come andasse fatto. Era, quindi, un’altra cosa», ha notato Julija. 

La formazione nell’ambito del progetto «Mamma-imprenditore» si svolge sotto forma di un training a tempo pieno (intensivo). È tenuta da business trainer esperti e rappresentanti delle strutture regionali di sostegno alla piccola impresa. 

Il primo posto al concorso delle idee imprenditoriali nell’ambito del progetto lo ha ottenuto l’ideazione della «Scuola di balletto». L’idea imprenditoriale della Perevedenceva è stata realizzata grazie al finanziamento di 100 mila rubli. L’imprenditrice ha potuto discutere il piano aziendale di fronte un’autonoma ed esperta giuria, composta dai rappresentanti dei dipartimenti di profilo e finanziari e di associazioni imprenditoriali.

I concorsi di «Mamma-imprenditore» hanno luogo dal 2016 e oggi abbracciano più di 20 regioni russe. 

Julija ha vinto il concorso nel settembre dell’anno scorso, ma già a dicembre ha aperto la scuola. «Quando ho iniziato nella scuola, c’erano 20 allievi, adesso ce ne sono già 60. Fondamentalmente, sono bambini, ma ci sono anche adulti. Molti adulti vengono per l’interesse verso il balletto, per realizzare un sogno infantile. Altri vengono per mantenersi in forma, per cui preferiscono il balletto al fitness», osserva l’imprenditrice. 

Danza classica e balli popolari sono insegnati nella scuola di balletto, si fa stretching. L’insegnante sa da sé che il balletto richiede grande fatica e il superamento di se stessi. È lavoro fisico, miglioramento dell’estetica e della musicalità. 

La conduzione della lezione di danza classica richiede da parte dell’insegnante compostezza interiore e preparazione, la capacità di condurre seriamente e meditatamente l’intera lezione. È importante suscitare negli allievi l’interesse per le lezioni, conquistare la loro attenzione, insegnare ad ascoltare e capire la musica, padroneggiare i muscoli, raggiungere la semplicità dell’esecuzione, dell’eleganza, dell’espressività», ha sottolineato Julija. 

Secondo lei, il portale Business-Navigator MSP è stato un grande supporto. La risorsa online gratuita permette di eseguire tutte le principali operazioni imprenditoriali in forma di «una finestra singola», di consultare il materiale contabile, le tasse, ecc. 

Oggi la scuola è diventata un progetto unico per Kaluga, perché, in pratica, non ci sono nella città istituti formativi simili. Inoltre, una seria formazione coreografica dell’unica insegnante della scuola a ora è una garanzia della qualità dell’educazione.

Julija pianifica di aumentare il personale, assumendo insegnanti-coreografi di alto livello. In aggiunta, l’imprenditrice non esclude che aprirà ancora alcune scuole nella città.

Fonte: m.gazeta.ru, 16/07/2019 – di Sofija Krakova, traduzione di Rebecca Gigli 

Rebecca Gigli

Galeotto fu l'incontro con la letteratura russa. Infatti, nel mio caso, la passione per la Russia e la sua cultura sono nate dalla scoperta dei suoi scrittori. È stato naturale, quindi, scegliere di studiare lingue all'università. Anche adesso, dopo aver conseguito la laurea magistrale, continuo a coltivare il mio interesse per il mondo slavo. In particolare, spero di tornare presto a visitare questo paese dalle mille contraddizioni, ma dal fascino ineguagliabile