Il capo dei Testimoni di Geova di Tomsk è stato condannato a sei anni di carcere

I giudici hanno condannato a sei anni di carcere un uomo di Tomsk, Sergej Klimov, con l’accusa di coinvolgimento nell’attività dei Testimoni di Geova.

Nel giugno 2018 il comitato investigativo della regione di Tomsk, sulla base di informazioni fornite dai servizi segreti, ha aperto un procedimento penale per il reato di organizzazione dell’associazione religiosa “Testimoni di Geova” nella città di Tomsk. Questa associazione è infatti riconosciuta dalla Corte suprema della Federazione Russa come organizzazione estremista. Sergej Klimov è stato arrestato con l’accusa di essere implicato nell’organizzazione.

Secondo i testimoni, per circa un anno l’uomo, pur sapendo che l’organizzazione è classificata come estremista, avrebbe convocato riunioni e organizzato funzioni religiose e predicazioni, cercando sempre di tenere nascosta la sua attività. Nel maggio di quest’anno il procedimento penale è stato presentato al tribunale distrettuale di Oktjabr’sk. Klimov si è dichiarato innocente. L’accusa ha richiesto per l’uomo una condanna a sette anni di prigione. 

Il comitato investigativo ha comunicato che, come confermato dal tribunale e dai testimoni, l’uomo era a capo dell’organizzazione regionale del Testimoni di Geova “Severnaja Tomsk”, pur sapendo che l’organizzazione è catalogata come estremista. Tuttavia dall’aprile del 2017 al giugno del 2018 aveva continuato la sua attività, organizzando funzioni religiose e predicazioni, e trovava i mezzi finanziari tramite predicazioni e donazioni.

“Sapendo dell’illegalità dell’organizzazione, aveva preso delle misure per tenerne segreta l’attività. Durante l’inchiesta, l’imputato si è dichiarato innocente e ha rifiutato di testimoniare “, hanno affermato dal Comitato investigativo. Nonostante ciò, il tribunale ha ritenuto sufficienti le prove raccolte dagli investigatori per condannarlo.

“Il tribunale ha ritenuto sufficienti le prove raccolte dalle indagini sulla colpevolezza dell’imputato e, dopo averlo dichiarato colpevole, lo ha condannato a sei anni di carcere”, ha detto il dipartimento. Il verdetto non è entrato in vigore e può essere impugnato.

L’associazione religiosa internazionale dei Testimoni di Geova conta più di otto milioni di credenti nel mondo. Il credo dell’organizzazione ha caratteristiche comuni con l’insegnamento di tendenze non ortodosse nel cristianesimo, ma differisce nell’interpretazione specifica di molti concetti religiosi.

Fonte news.vtomske.tu, 05/11/2019 – di Anastasija Kirsanova, traduzione di Giulia Romanelli

Giulia Romanelli

L'Est Europa, con la sua cultura e la sua mescolanza di lingue e popolazioni, è il mio interesse principale. Tutto è iniziato con una lezione sulla rivoluzione russa in quinto superiore, da lì ho deciso di studiare questa magnifica e tremenda lingua prima all'università di Urbino, poi a Bologna. Ho migliorato le mie competenze con un soggiorno a Mosca, ho svolto un volontariato in Lituania e da lì mi sono lanciata in un viaggio alla scoperta dei paesi slavi, ho vissuto 5 mesi a Varsavia dove ho avuto il piacere di studiare il polacco, ho insegnato italiano a Praga, attualmente vivo in Italia. Spero di sfruttare le mie conoscenze per darvi uno sguardo più approfondito sull'est Europa.