In Siberia è stata ritrovata la mummia di un cucciolo di 18 mila anni: probabilmente, è un antenato del lupo e del cane

Gli studiosi non possono ancora definire la specie dell’animale. I resti del cucciolo di due mesi sono stati ritrovati già nell’estate del 2018 lungo la riva del fiume Indigirka, a Nord-Ovest della Jacuzia. Al cucciolo è stato dato il nome di Dogor che in lingua Jakuta significa “amico”.

Il corpo, che giaceva nel ghiaccio perenne, si è conservato quasi perfettamente: con denti da latte, baffi, pelo e naso. Per lo studio è stato usato il sequenziamento per poter determinare l’ordine degli aminoacidi e dei nucleotidi del DNA e dell’RNA. Gli scienziati russi e svedesi hanno scoperto che Dogor è vissuto circa 18 mila anni fa, ma non sono stati in grado di determinarne la specie.

“Abbiamo isolato il suo gene per due volte, ma per ora non possiamo dire se sia un lupo o un cane, probabilmente è un loro antenato comune” afferma il ricercatore Sergej Fedorov.

Secondo Lav Dalen, professore di genetica evolutiva, la principale difficoltà della ricerca sta nel fatto che il cucciolo ha vissuto nello stesso momento in cui si è verificata la divisione delle specie del cane e del lupo – dai 15 ai 40 mila anni fa. Per questo motivo lo studio su Dogor continua.

“Il centro svedese possiede la più grande banca in Europa del DNA di tutti i cani del mondo, ma persino con queste informazioni non è stato possibile identificarne i resti al primo tentativo” sostiene Lav Dalen.

Fonte: nat-geo.ru

SSML Carlo Bo Firenze

L’idea di una collaborazione tra Russia in Translation e la SSML Istituto Universitario Carlo Bo sede di Firenze nasce dal desiderio di mettere alla prova le capacità traduttive degli studenti già durante il loro percorso di studi e permette al gruppo classe non solo di mette in pratica in modo costante le tecniche acquisite quotidianamente in aula, ma altresì di avvicinarsi al mondo ed alla cultura russa. Sotto la supervisione della Prof.ssa Alessandra Gennaioli, gli studenti del terzo anno propongono così articoli che spaziano dalla letteratura alla politica, dalla musica allo sport, dall’economia al cinema. La classe lavora in gruppi ed i membri di ogni gruppo operano un’attività di brainstorming e una revisione reciproca fino ad arrivare alla versione finale che viene pubblicata di comune accordo. Le studentesse e gli studenti: Ago Noemi, Alexe Lavinia, Barbarinaldi Caterina, Bellucci Alessandra, Bichi Eleonora, Borghesi Valentina, Cappelli Elena, Degl'Innocenti Laura, Di Trapani Antonio, Gemignani Sara, Giaffreda Jamile, Infantocci Federica, Innocenti Chiara, Irollo Valentina, Parrini Francesca, Polidori Lucrezia, Ronconi Sofia, Sottili Giorgi, Tamburi Mattia  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.