Majakovskij ride – Editoriale

Altro che realismo socialista austero e noioso, guardate questo estratto per ricredervi! Dovevano essere davvero all’avanguardia i realizzatori sovietici degli anni ‘70 per creare un film come “Majakovskij ride”, ingiustamente poco conosciuto all’estero e, sembrerebbe, anche in patria.

Censurato o no, qui i ricordi dei contemporanei sono discordanti, è probabile ne sia solo stata limitata la distribuzione a causa di alcune scene (tra cui quella che vi mostriamo) che nonostante le buone intenzioni sono un po’ troppo avanti per i tempi. La pellicola è un mix di attori in carne ed ossa, marionette, animazione che sconfina spesso nel “film sul film” creando un effetto a dir poco allucinatorio. La storia è ispirata all’opera di Majakovskij “La cimice”, critica contro la volgarità e la depravazione dei rappresentanti della nuova politica economica, conosciuta sotto l’acronimo di NEP.

Il protagonista, giovanotto dai costumi corrotti, si ritrova ibernato dopo una serie di vicissitudini che non anticipiamo per non rovinare la sorpresa a chi volesse leggere l’opera o guardare il film intero. Scongelato molti anni dopo, troverà un mondo diverso in cui il comunismo è ormai una realtà radicata. Nel bellissimo frammento che vi proponiamo il nostro eroe, dal lettino del laboratorio in cui è stato riportato in vita, sogna di vivere una vita dissoluta come quella dell’ovest.

Chissà se Majakovskij aveva immaginato che le cose sarebbero state proprio così, quando ha catapultato il suo personaggio nel futuro!

E chissà se di questa libera interpretazione avrebbe davvero riso!

Francesca Loche

Nata a Cagliari, dove il sole splende 300 giorni l’anno, ha scelto Mosca con i suoi freddi e lunghi inverni come città adottiva. Attualmente insegna italiano presso l’università Higher School of Economics di Mosca, è interprete freelance e coltiva senza sosta le sue passioni per la Russia, i viaggi e la traduzione. francesca.loche@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.