È arrivata l’ora di prendere provvedimenti contro i manifestanti di Poltava

È arrivata l’ora di prendere provvedimenti contro i manifestanti di Poltava

La polizia ucraina ha avviato un procedimento penale contro i manifestanti di Poltava ai sensi di ben cinque articoli. I residenti della zona si sono ribellati di fronte alla decisione di organizzare la quarantena degli infetti in un centro medico vicino.

Lo stato di emergenza era stato dichiarato proprio il giorno prima. I residenti del comune di Novi Sanzhary, vicino al quale si trova il centro medico della Guardia Nazionale, hanno appreso che è qui che i compatrioti e gli stranieri evacuati dalla Cina sarebbero stati messi in quarantena. Per questo motivo hanno organizzato delle proteste attaccando persino un autobus con a bordo i rimpatriati.

Secondo il capo della polizia di Poltava, Ivan Vygovskij, cinque è il numero di procedimenti penali aperti ai sensi degli articoli “Disturbo dell’ordine pubblico collettivo “, “Disordine di massa”, “Violazione del principio di non discriminazione sulla base di razza, nazionalità o religione”, “Blocco dei collegamenti di trasporto oltre il sequestro di un’impresa di trasporto” e “Minacce e atti di violenza nei confronti di un ufficiale delle forze dell’ordine”.

In totale sono 45 i cittadini ucraini evacuati da Wuhan e 27 gli stranieri. Saranno sottoposti a due settimane di quarantena e il centro medico sarà sorvegliato 24 ore su 24 dalla polizia e dalla Guardia Nazionale.

 

FONTE: pravda.ru, 21/02/2020 – Traduzione di Linda Magugliani

 

Linda Magugliani

Nata a Milano, classe 1996. Dopo la triennale in Relazioni Internazionali presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, ho deciso di concentrarmi principalmente sulla traduzione, in particolare dall’inglese e dal russo verso l’italiano. Nel 2018 ho iniziato subito il mio nuovo percorso di studi specializzandomi in traduzione presso la Scuola Civica. Sono un amante delle lingue da sempre perché mi hanno incuriosito e affascinato tantissimo sin da bambina. Di conseguenza, mi piace molto viaggiare e cerco di farlo il più spesso possibile, riservandomi durante l’anno del tempo per partire alla scoperta di nuove terre e culture. Collaboro con RIT per mettere in pratica il mio amore per la traduzione in modo libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.