Guida culturale di Petrozavodsk

Vi invitiamo per un tour virtuale in una delle città più interessanti del Nord Russo.

Petrozavodsk è la capitale della Repubblica di Carelia. Città di festival e viaggiatori, nonchè porto di cinque mari: attraverso un sistema di fiumi e canali Petrozavodsk ha accesso a Mar Baltico, Mar Bianco, Mar di Berents, Mar Caspio e Mar Nero.

 

Il Museo delle Belle Arti della Repubblica di Carelia

Il Museo delle Belle Arti della Repubblica di Carelia si trova nel centro storico di Petrozavodsk, nell’antica piazza della cattedrale. Occupa un edificio del XVIII secolo che per diversi anni ha ospitato una scuola pubblica, il ginnasio maschile, la Biblioteca Pubblica, la Casa dei pionieri e la Scuola della Cultura.

La collezione del Museo iniziò a formarsi negli anni ’30 del XIX secolo e la prima esposizione fu intitolata “Museum”. Comprendeva circa 300 oggetti, la cui gran parte erano modelli di artigianato artistico della Fonderia di Pietro.

Attualmente la collezione del museo conta più di 16 mila reperti. Qui si trovano le opere di pittura iconografica antica russa, arte decorativa applicata, nonché di pittura, grafica, scultura dei maestri russi e stranieri dei secoli XIX e XX. Ogni sala racconta l’arte della Carelia contemporanea.

Il Museo nazionale della Repubblica di Carelia

Il Museo nazionale della Repubblica di Carelia fu fondato nel 1871. È uno dei luoghi espositivi più antichi del Nord- Ovest della Russia e il più grande museo di Petrozavodsk. Il museo si trova nel complesso storico-architettonico del XVIII secolo sull’antica Piazza Rotonda.

La collezione del museo contiene oltre 200 mila reperti. Essi raccontano della natura e della storia della Carelia, nonché della cultura e delle tradizioni di russi, careliani e vepsi, ovvero gli abitanti indigeni di questi territori. Nelle sale ci sono le esposizioni: “Taežnyj kraj” (trad. La terra della Taiga), “Kamennaja letopis’” (trad. La cronaca della pietra), “Gubernskaja stolica” (trad. La capitale della provincia), “Životnyj mir Karelii” (trad. Il mondo animale della Carelia) e altre.

Il Museo “Poljarnyj Odissej” (trad. Odissea Polare)

Il Museo “Poljarnyj Odissej” (trad. Odissea Polare) introduce i suoi visitatori alla storia e alle attività dell’omonimo circolo marino che fu aperto a Petrozavodsk nel 1978. I membri del circolo “Poljarnyj Odissej” costruiscono copie naturali di velieri di legno da circa 40 anni che vengono poi inviate per essere utilizzate nelle spedizioni scientifiche e nei festival marittimi. Nella parte espositiva del museo si possono vedere cantieri navali in legno e una collezione di barche, si può salire a bordo delle esistenti “navi storiche” (le copie della barca di Pomerania “Svjatitel’ Nikolaj” del XVII secolo, le copie del brigantino “Poljarnyi Odissej” del XVIII secolo e lo sloop “Gonec”) e conoscere la vita marittima tradizionale.

Il Museo della posta

Il Museo della posta fu aperto nel gennaio 1995 in occasione del 210° anniversario dell’ufficio postale di Petrozavodsk. L’esposizione si trova nell’edificio del 1930 che fu quasi completamente distrutto durante la guerra. Negli anni ‘50, l’edificio è stato ripristinato nelle sue fondamenta originarie e ha ripreso la sua forma originale.

La collezione del museo è dedicata alla storia dell’ufficio postale di Petrozavodsk e della posta nazionale in generale. Qui sono conservati il corno postale e i campanelli per la troika postale, la disposizione della slitta postale e le uniformi dei postini, timbratrici e cassette postali, registratori di cassa e distributori di giornali e cartoline.

La Casa con soppalco del museo “Kiži”nel quartiere del centro storico di Petrozavodsk

La casa del silvicoltore Ieronim Kučevskij è un esempio di tenuta cittadina del XIX secolo e uno degli edifici più antichi di Petrozavodsk. La costruzione in legno su un livello con soppalco fu fabbricata nel 1827 e fino agli anni ‘80 si trovava in via Kujbyševa. Vicino alla tenuta c’erano un pozzo, uno stabilimento balneare e una legnaia. Nel 1983 l’edificio fu spostato nel quartiere del centro storico di Petrozavodsk.

Oggi nell’edificio monumentale del XIX secolo si trovano i dipartimenti scientifici della riserva storico-architettonica ed etnografica “Kiži”. Qui lavorano un dipartimento di storia ed etnografia, un dipartimento per la conservazione della raccolta della collezione, la sezione della conservazione, dello studio e della dimostrazione dell’artigianato e la sezione del “Teatro folkloristico ed etnografico”.

Il Teatro nazionale di Stato della Repubblica di Carelia

Il Teatro nazionale di Stato della Repubblica di Carelia ha esordito come studio finlandese nel Teatro drammatico popolare di Petrozavodsk. Negli anni 1920 la troupe organizzò spettacoli basati su opere classiche di drammaturghi finlandesi e spettacoli amatoriali sulla vita delle regioni settentrionali confinanti con la Russia sovietica. Nel 1929 il Teatro drammatico popolare fu trasformato nel Teatro careliano statale drammatico per il quale in città fu convertita l’ex sala del cinema “Triumf”. In quegli anni, la troupe finlandese ricevette lo status di studio nazionale.

Il teatro finlandese è stato il primo dei teatri nazionali dell’Unione Sovietica a utilizzare le cuffie per la traduzione simultanea degli spettacoli in russo. Oggi è l’unico teatro professionale al mondo che mette in scena performance in finlandese, careliano, vepso e russo.

Il Teatro delle marionette della Repubblica di Carelia

Il Teatro delle marionette della Repubblica di Carelia è uno dei più antichi in Russia. La data della sua fondazione è considerata il 15 dicembre 1935 quando qui fu presentato al pubblico il primo spettacolo professionale “Ris”, basata sull’opera teatrale di Regina Landis. Il teatro si trova nell’edificio ricostruito dell’ex  guardia carceraria, costruito nel 1859 secondo il progetto dell’architetto Vasilij Tuchtarov. Sulla facciata ci sono delle figure di quattro personaggi delle fiabe, simboli del Teatro delle marionette: Moreplavatel’ (trad. Il marinaio), Skomoroch (trad. Il buffone), Fei (trad. La fata) e Putešestvennik (trad. Il viaggiatore).

Oggi il repertorio del teatro comprende diverse decine di spettacoli per spettatori di tutte le età. Il Teatro delle marionette della Repubblica di Carelia mostra varie tecniche e sistemi di quest’arte: qui si possono vedere spettacoli con marionette, tavole, burattini a dito e pupazzi a grandezza naturale, nonché spettacoli sullo schermo con marionette di stoffa e a filo.

 

FONTE: culture.ru – Traduzione di Martina Fattore

Martina Fattore

Cresciuta nelle terre molisane, non potevo far altro che innamorarmi di un posto altrettanto irreale. Le incomprensioni con perfettivi e imperfettivi non mi hanno impedito di vivere il celebre inverno russo: gelido ma pieno di calore umano condiviso davanti a una buona tazza di čaj e kalitki.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.