Vladivostok futura città romantica

Nonostante la difficile situazione epidemiologica in tutto il mondo, l’industria del turismo prosegue attivamente a preparare le offerte per i turisti, le quali saranno disponibili dopo la stabilizzazione della situazione. Primor’e scommette sul turismo interno – nuovi progetti e direzioni che interesseranno gran parte dei turisti russi sono in elaborazione da parte dei rappresentanti del turismo. È quanto comunica l’agenzia di stampa VladNews in riferimento alla conferenza stampa del governo territoriale.

Secondo le parole del direttore dell’agenzia del turismo di Primor’e Vladimir Ščur, si prevede che nel 2020 il turismo interno raggiungerà il picco di popolarità e ciò significa che è necessario ampliare la gamma di tour nel territorio. Essi saranno orientati a differenti gruppi di turisti provenienti da diverse regioni della Russia, i quali in seguito alle misure di confinamento viaggeranno all’interno del paese. Ščur ritiene che ora vada di moda il turismo ecologico. Primor’e possiede risorse per lo sviluppo in questa direzione. Per ora nel territorio c’è un sentiero ecologico sull’isola di Popov ed è in preparazione il complesso storico “Stekljanuha”. I compiti principali di queste iniziative sono la presentazione del potenziale storico-culturale della regione, della sua unicità a livello nazionale e delle risorse etnografiche, la creazione di nuove destinazioni di vacanza, ha detto il direttore dell’agenzia.

Uno degli obiettivi attuali è il progresso dei viaggi per bambini.

Si punta anche sui tour brevi (1-2 giorni), itinerari per il weekend, turismo d’affari, vacanze terapeutiche e turismo da spiaggia.

Si presta attenzione anche al turismo ricco di eventi. L’organizzazione di festival gastronomici, sportivi e di altro tipo nella regione proseguirà dopo la normalizzazione della situazione epidemica.

Andrà di moda, ha notato Ščur, la combinazione di diversi tipi di vacanza – il cosiddetto turismo bleisure. Si tratta di un abbinamento di viaggi di lavoro, terapeutici e didattici con escursioni e tour attraverso la regione. Ora è importante avviare comunicazioni online e aumentare la loro quota nell’interazione con i turisti.

Adesso si preparano grandi quantità di nuovi progetti, inclusi quelli che puntano allo sviluppo del brand Vladivostok come città romantica: è pronto al lancio il progetto “Mare dell’amore”. Questo è stato reso possibile per gli ospiti sudcoreani.

Consideriamo questa variante: le persone possono venire qui in viaggio prima o dopo le nozze per fare delle sessioni fotografiche. Progettiamo la creazione di un booklet con tutte le informazioni generali sulle possibilità di questo tipo di vacanza. Oltre alle proposte tradizionali, esso includerà il noleggio di mezzi di trasporto, visagisti, fotografi, noleggio di abiti da ballo, riprese in differenti località di villeggiatura di Primor’e”, ha raccontato Vladimir Ščur. 

Con l’inizio della pandemia i tour operator hanno rinnovato i pacchetti turistici con l’introduzione di elementi di gamification, quest e altre caratteristiche ludiche.

Dopo l’introduzione di misure di confinamento si intende introdurre opzioni aggiuntive nelle escursioni gastronomiche. Così per esempio oltre a degustare piatti popolari il turista potrà imparare a cucinarli.

È previsto anche un miglioramento dei luoghi di interesse.

L’ente competente rende noto che “nel territorio di Primor’e sono previste misure di sostegno ai soggetti impresari e investitori sotto forma di sussidi per il risarcimento delle spese per la dotazione di servizi dei luoghi di interesse turistico fino al 70%, ma non più di 10 milioni di rubli su base competitiva. Le richieste da parte degli imprenditori saranno accolte in via preliminare a settembre. Ulteriori informazioni sui termini di accoglimento delle richieste e i criteri di scelta dei progetti saranno rese note sul sito dell’agenzia del turismo della regione di Primor’e. Per i comuni della regione si tratta di sussidi per il miglioramento dei territori adiacenti i luoghi di interesse turistico. L’accettazione delle domande per il 2021 durerà fino al 15 dicembre”.

Secondo i risultati del 2019 la quantità di stranieri che ha visitato Primor’e, ha mostrato nuovamente una dinamica positiva – la regione ha accolto oltre 941mila turisti stranieri e la crescita rispetto al 2018 è pari a quasi il 21%. Ma dall’inizio della pandemia il flusso di turisti è scomparso, di conseguenza è scesa anche la domanda di immobili, i ristoranti hanno cominciato a subire perdite colossali.

Ricordiamo che Vladivostok è entrata nella TOP-10 delle città che i turisti russi avrebbero scelto come meta di viaggio se non ci fosse stata la pandemia da coronavirus.

Fonte: https://vladnews.ru/, 06/05/2020 – tradotto da Andrea Ripamonti

Andrea Ripamonti

Lecco, 1993. Sono appassionato di Est Europa sin dall’adolescenza e non c’è estate senza un aereo con quella destinazione. Mi sono laureato in lingua russa e tedesca nel 2017, dopo aver trascorso un semestre in Bulgaria. Le lingue sono la mia quotidianità e ne parlo diverse, incluso romeno e bulgaro. Per hobby scrivo anche romanzi gialli.