In Russia non ci sono i presupposti per ripristinare il turismo internazionale

Zarina Doguzova, responsabile dell’Agenzia Federale Russa per il Turismo (Rosturism) ha dichiarato al canale televisivo Rossija 24 che ancora non ci sono i presupposti per una rapida ripresa del turismo internazionale, dato che in molti paesi la situazione è ancora critica.

«Purtroppo non ci sono ancora i presupposti per un rapido ripristino del turismo internazionale in quanto la situazione in molti paesi rimane piuttosto complicata. Stiamo sentendo molte dichiarazioni diverse, ma al momento sono soltanto parole. Nessuno ancora sa che cosa succederà» sono queste le parole della Doguzova, riportate dall’agenzia di stampa russa TASS.

Ha anche sottolineato che le autorità russe sono attualmente al lavoro per garantire condizioni di massima sicurezza col fine di far ripartire il turismo all’interno del paese.

«Stiamo facendo il possibile per permettere ai nostri cittadini di passare l’estate in sicurezza all’interno dei confini russi» ha ribadito la Doguzova.

Inoltre, come riportato da RIA Novosti, Rosturism ha una grande considerazione del ruolo economico e sociale del turismo e sta lavorando per una svolta nello sviluppo di questo settore a 360 gradi.

«Conosciamo bene il ruolo economico e sociale del turismo, ma siamo consapevoli anche dei suoi problemi. C’è molto da fare e siamo pronti per una svolta. Abbiamo bisogno di nuovi resort e nuove soluzioni di qualità. Dobbiamo sviluppare nuove villeggiature, accessibili, variegate e di qualità, per tutti i gusti e per qualsiasi budget» ha sottolineato la responsabile di Rosturism.

È opportuno precisare che Rosturism, su ordine del presidente Vladimir Putin, ha preparato e presentato delle proposte da inserire nella parte dedicata al turismo del piano nazionale per la ripresa economica. Tali proposte sono dedicate sia alle misure prioritarie di sostegno al turismo, sia al suo ulteriore sviluppo.

La Doguzova ha spiegato che si tratta di misure per «ridurre la pressione fiscale nel settore», «sostenere gli investitori», «aumentare le risorse umane» e anche «incentivare la digitalizzazione, il progresso e la sicurezza del turismo».

Il Presidente aveva già palesato la necessità di intensificare il turismo interno e ideare nuove soluzioni ed è stato poi definito il termine di ripresa dei lavori nel settore turistico russo.

Ricordiamo che Rosturism e esperti del settore hanno formulato una serie di misure prioritarie legate al turismo per la ripresa economica in seguito alla crisi causata dalla pandemia di coronavirus.

Fonte Vzgljad.ru, 25/05/20 – di Aleksandra Judina, traduzione di Virginia Bianchi

Virginia Bianchi

Sono nata a Firenze, classe 1996. Dopo la laurea triennale in Mediazione Linguistica ottenuta nella mia città, mi sono trasferita a Milano per completare il mio percorso di studi e specializzarmi nella traduzione in inglese e russo. Sono molto curiosa e sempre pronta per partire per un nuovo viaggio alla scoperta di culture, lingue e cucine diverse.