Una nuova interpretazione: in Russia fa la sua comparsa il primo abbecedario-murales

I suoi autori offrono un modo alternativo di guardare all’alfabeto cirillico

In Russia continua il lavoro sui murales-abbecedari. La prima opzione di un sillabario da strada aveva già visto la luce. L’autore del lavoro è il un famoso graffitaro e designer Dmitij Aske. In tutto, nel corso del progetto, gli artisti russi dell’“ondata urbana” dipingeranno 33 lettere e 33 abbecedari d’autore.

Com’è nata l’idea

Alla fine di settembre del 2019 nella fabbrica di progettazione “Flakon” sono state organizzate delle lezioni avanzate di calligrafia e di graffiti per adolescenti, dove i partecipanti hanno creato composizioni servendosi di diversi font e hanno poi dipinto la parete della fabbrica. In quel momento, agli artisti è venuta l’idea di creare un abbecedario completo secondo il design contemporaneo. Fra gli iniziatori c’era Dmitij Aske, che in precedenza aveva preso parte alla realizzazione di un abbecedario analogo a opera dell’artista di strada tedesca Klaudia Valde.

Per chi viene dipinto il nuovo abbecedario

Del progetto si sono occupati la piattaforma di street-art FGA e il progetto emergente per adolescenti “Krugozor”. Alla sua realizzazione hanno preso parte 33 graffitari di nazionalità russa, ognuno dei quali ha sviluppato la propria versione di alfabeto e una lettera d’autore per il nuovo abbecedario. Sarà possibile seguire la presentazione del progetto online sui social-network del progetto “Krugozor”. In questo modo, chiunque lo desideri, potrà conoscere meglio questa tendenza urbana e l’ambiente della street-art, oltre che conversare con artisti famosi in streaming. E le prime versioni di lettere dell’alfabeto e dell’abbecedario sono già pronte.

“Mi sono servito di una mia propria lingua visiva, oltre che della mia esperienza di street-writer e di designer grafico. Tutto questo l’ho combinato alle forme riconoscibili dell’alfabeto dell’antico russo” ha sottolineato Dmitkij Aske. “I murales-abbecedario sono un progetto che si distingue dall’arte classica. Con l’aiuto di questo libro abbiamo guardato all’alfabeto cirillico tradizionale da un altro punto di vista. La gioventù di oggi capisce molto chiaramente i metodi visivi, perciò il nostro progetto è attuale qui e adesso. Alla base del nuovo sillabario è possibile realizzare molte collaborazioni. Queste potranno influenzare le nuove generazioni e dimostrare che la nostra cultura può essere contemporanea. È importante che noi mostriamo ai ragazzi come la Russia possa dar vita a iniziative interessanti. Ne abbiamo tutte le possibilità e le risorse. Quanto prima i bambini e gli adolescenti potranno rendersene conto, tanto più noi avremo delle occasioni di vedere dei cambiamenti positivi nella società”, ha commentato Arkadij Rotenberg, fondatore del progetto emergente “Krugozor”.

L’idea principale è quella di mostrare attraverso metodi pittorici contemporanei la bellezza delle scritture e di attirare l’attenzione non solo degli studenti, ma anche della gioventù, oltre che di tutto coloro che studiano la lingua russa e sono appassionati d’arte. Dopo l’uscita del libro cartaceo comparirà la sua versione online e una parte dei caratteri potrà essere utilizzata sui social network. Il libro, inoltre, sarà disponibile anche all’estero.

“Oggi non così tanti pittori utilizzano il cirillico nei graffiti. I caratteri cirillici sono più complessi dei caratteri latini. Ma noi ugualmente ne vediamo dei vividi esempi. Come la squadra russa “Začem!”, che dalla sua fondazione nel 2000 utilizza soltanto il cirillico per i simboli della squadra. Il famoso artista russo Pokras Lampas in molte delle sue interviste ha dichiarato che il cirillico e l’avanguardia russa sono per lui fonte di ispirazione. Abbiamo deciso di fare omaggio ai murales con la nostra visione dello sviluppo di una cultura visiva popolare. Noi potremo mostrare alla gioventù che il cirillico può essere interessante se lo si guarda sotto un nuovo punto di vista”, ha sottolineato Andrej Berger, fondatore della piattaforma di street-art FGA.

Chi crea l’abbecedario-murales

“Krugozor” è un progetto emergente per gli adolescenti lanciato nel febbraio 2018. Il suo compito consiste nella creazione di contenuti in una lingua comprensibile dai ragazzi circa temi a loro attuali, il cui obiettivo è dare un’alternativa a trend negativi della società e della gioventù. Tutto può essere un argomento adatto al progetto, a patto che sia potenzialmente interessante per i ragazzi: la moda, la musica, la letteratura, l’arte, l’architettura, i media, i blog e molto altro. La missione di “Krugozor” risiede nel mostrare a normali adolescenti che è alla moda credere in qualcosa, ricercare la verità e interessarsi a tutto ciò che è nuovo.
FGA è una piattaforma di street-art che unisce tutti i più brillanti e popolari artisti di strada della Russia. FGA sta sovrintendendo tutti i movimenti della street-art: dagli esordi e dalle prime esposizioni, fino alle collaborazioni commerciali con i brand e le imprese.
Il curatore del progetto Dmitij Aske è un pittore che ha lavorato sulla scena urbana fin dagli inizi del 21 secolo, per poi diventare la figura più popolare del mercato artistico nazionale.

FONTE: iz.ru , 1/9/2020 – di Khariton Galickij, traduzione di Laura Cogo