«Butta quei rubli dal balcone»: storia di come la Russia reagì al default

Sono passati esattamente vent’anni dal default del 1998 e dal crollo del rublo. I rubli venivano gettati dai balconi, i russi facevano rifornimento di qualsiasi merce trovassero nei negozi e pensavano a come sarebbero potuti sopravvivere con il dollaro a ventisei rubli. Qualcuno riuscì a guadagnarci, ad altri invece toccò cibarsi di orecchie di maiale e fare scorta di assorbenti per i mesi a venire. A coloro che c’erano, Gazeta.ru ha chiesto una testimonianza su quella difficile estate di vent’anni fa.

Leggi il seguito