Pubblicità occulta nel romanzo “Eugenio Onegin”

Il capolavoro di Puškin era all’avanguardia per il suo tempo anche nel propagandare prodotti popolari all’apoca attraverso riferimenti espliciti: il cappello bolivar, gli orologi Breguet, il ristorante di Talon, la pistola Lepage. Che il poeta fosse stato “sovvenzionato” dalle aziende produttrici? O che fosse semplicemente un estimatore di questi prodotti?

Leggi il seguito