All’interno della Duma si auspicano che la canzone di Jamala non venga ammessa ad Eurovision

La cantante ucraina Jamala rappresenterà l’Ucraina al concorso Eurovision con la canzone “1944” dedicata alla deportazione dei tatari di Crimea. Un gruppo di politici russi ha già definito questa mossa come politicizzata.

Traduzione di Federico Soragni

Mosca – 22 febbraio. Il primo vicepresidente del comitato parlamentare per l’informazione politica Vadim Dengin si auspica che il concorso Eurovision non ammetta la partecipazione della cantante ucraina Jamala con una canzone sulle deportazioni dei tatari di Crimea affermando che questo testo non farebbe altro che politicizzare la manifestazione.

L’Ucraina verrà rappresentata al prossimo concorso canoro Eurovision 2016, che si terrà a Stoccolma, dalla cantante Jamala che porterà una canzone che si chiama “1944” e che è dedicata alle deportazioni dei tatari di Crimea.

“E’ una strana scelta. Sono convinto che si siano voltati dall’altra parte apposta per ferire ancora una volta la Russia” – ha detto Dengin a RIA Novosti.

“La maggioranza dei cittadini ucraini, che non riceve né stipendi, né pensioni, non riuscirà a permettersi di vedere l’Eurovision perché, per prima cosa, non hanno niente con cui pagare la luce e, seconda cosa, non gliene fregherà nulla di questo Eurovision” – ha detto un parlamentare.

Secondo il suo pensiero, questa scelta dimostra la politicizzazione dello stesso concorso.

“Spero che la direzione dell’Eurovision non permetta queste cose all’interno del proprio concorso” ha detto un deputato.

L’Eurovision 2016 si terrà a Stoccolma dopo che l’anno scorso a Vienna ha vinto il cantante svedese Mans Zermerlow con la canzone “Heroes”. Si è trattata della seconda vittoria negli ultimi tre anni per la Svezia. La Russia verrà rappresentata da Sergej Lazarev nel concorso che durerà dal 10 al 14 maggio.

Fonte: RIA Novosti 22/02/2016

Russia in Translation

Siamo un progetto online che si prefigge di tradurre in maniera fedele ed imparziale articoli dalle principali testate giornalistiche della Federazione Russa. Informare al meglio, raccontare storie, un’ulteriore versione dei fatti per aiutare a capire il mondo russo. In traduzione.

Un pensiero su “All’interno della Duma si auspicano che la canzone di Jamala non venga ammessa ad Eurovision

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.