Sopravvive solo il più forte: perché la pandemia ha minato il vecchio ordinamento scolastico

La pandemia di COVID-19 ha influenzato tutti gli ambiti della nostra vita, compreso quello dell’istruzione – i bambini si sono ritrovati a casa, i genitori hanno dovuto svolgere il ruolo di insegnanti e gli istituti scolastici hanno quasi smesso del tutto di lavorare.

 

Sullo sfondo dei problemi della scuola in presenza, il format on-line ha avuto un colossale slancio. Nelle situazioni in cui non è possibile recarsi fisicamente a lezione, le “nozioni sulla rete” hanno dimostrato la propria plasticità. Tra le svariate scuole online, che sono riuscite a costruire in fretta processi per l’apprendimento in streaming e a sostituire per milioni di persone gli istituti scolastici specializzati offline, si distingue Lectera.com – l’unica piattaforma di formazione online con radici russe, che è riuscita a conquistare i mercati esteri.

Lectera.com pianificava il lancio all’inizio di maggio, ma il coronavirus ci ha messo lo zampino. La fondatrice Mila Semeshkinoj è dovuta diventare il riflesso dell’idea della sua futura attività; in altre parole, ha dovuto imparare in fretta ad adattarsi alle nuove condizioni. In quel momento lavoravano al progetto 164 persone da 19 paesi, quindi ci si è dovuti destreggiare tra le aziende, le persone giuridiche e i sistemi di pagamento, adattandosi al “Brave New World”. A causa delle restrizioni che gli stati avevano iniziato a introdurre, il piano del lancio immediato al 100% in tutte le parti del mondo ha dovuto subire una frammentazione. Ad esempio la Spagna era entrata in piena quarantena. Mentre a Mosca tutto funzionava senza problemi: le organizzazioni finanziare continuavano ad aprire e a gestire i conti e gli istituti statali non avevano smesso di funzionare. In questo modo sono state attraversate tutte le tappe: la registrazione dell’azienda, l’apertura dei conti bancari e la formazione di sistemi di pagamento.

Ma ci sono stati anche dei vantaggi: i collaboratori di Lectera.com fin dall’inizio hanno lavorato a distanza e, nonostante la situazione psicologica difficile, sono rimasti sulla breccia. Era chiaro a tutti che fosse calata la capacità di acquisto delle persone e che le perdite finanziarie avessero colpito tutti, compreso il business. Allo stesso tempo le persone hanno iniziato ad avere più tempo libero e sete di conoscenza. L’esperimento mondiale che stava avvenendo in tempo reale e i risultati veloci hanno aiutato la formazione di principi comuni, sui quali è stato costruito il lavoro della scuola online.

Un mondo senza dispositivi elettronici non esisterà più

La pandemia di coronavirus e il lockdown da essa causato hanno dimostrato che nelle aziende lavora un gran numero di specialisti, le cui abitudini e attitudini al lavoro sono diventate un po’ obsolete: i datori di lavoro hanno potuto individuare un’ampia percentuale di lavoratori che può lavorare esclusivamente in ufficio ed esclusivamente secondo uno schema specifico.

Tuttavia le situazioni di crisi presuppongono soluzioni creative ai problemi. Una di queste soluzioni è stata la necessità di adattarsi al nuovo modello di lavoro. Per questo una persona deve come minimo avere un PC, capire la struttura dei programmi di messaggistica istantanea più utilizzati e dei programmi come Zoom e Google Meet. Le persone che per tutto questo tempo hanno rifiutato i dispositivi elettronici, si sono momentaneamente trovati in una situazione sfavorevole. Inoltre un mondo senza dispositivi elettronici non esisterà più.

Le velocità crescono

A causa della crescente quantità di rumore informativo si crea la sensazione che il tempo passi più velocemente. Di questo discutono da tanti anni i filosofi contemporanei. E mentre alcuni analizzano il passare del tempo, altri in questo tempo concorrono per un posto di lavoro, visto che insieme alla pandemia del coronavirus nella vita sono entrati anche i licenziamenti.

La quantità dei disoccupati in Russia durante la pandemia ha raggiunto il livello massimo degli ultimi quattro anni. Il numero degli abitanti della Federazione Russa disoccupati nell’aprile non lavorativo 2020 ha raggiunto il 5,8% della forza lavoro, cioè 4,3 milioni di persone. È cresciuta anche la concorrenza sul mercato del lavoro, ma come sostenere una tale concorrenza?

La soluzione per molti dipendenti è stata effettivamente la formazione su Internet. Per rimanere concorrenziali è necessario continuare a svilupparsi, aumentare le qualifiche, ampliare le conoscenze dell’ambito lavorativo o cambiare del tutto la sfera di attività. Secondo il parere degli esperti in sviluppo della carriera, l’estinzione di un settore dura decenni e in questo lasso temporale i lavoratori, che “presto saranno sostituiti dalle macchine”, devono trovare il tempo di cercare nuovi tipi di occupazione.

Se non si è riusciti a pensare per tempo al futuro, proprio il flusso concentrato di conoscenze può soddisfare la domanda del cliente di una formazione rapida.

Grazie alle piattaforme di formazione in tutto il mondo ora con un solo corso online si possono assimilare skills utili e iniziare una trasformazione nella propria carriera. Uno tra i principali giocatori sul mercato è la piattaforma internazionale di istruzione Lectera.com, che dà ai propri utilizzatori la possibilità di fare formazione tramite brevi corsi orientati alla pratica. La durata di ogni programma spesso non supera complessivamente le 8 ore. Per coloro che dispongono di più tempo, la piattaforma offre di fare una “maratona di carriera” speciale di 30 giorni e creare una roadmap professionale individuale per qualche anno a venire. Un tempo per cambiare professione ci sarebbe voluto qualche anno in più, mentre ora si può fare in un paio di mesi di duro lavoro. I fondatori della piattaforma demoliscono lo stereotipo costituitosi de “una professione per tutta la vita”, aiutando le persone di qualunque età a trovare la propria vocazione e diventare specialisti richiesti sul mercato.

Gli specialisti di nicchia

Nonostante il fatto che molti parlino dell’importanza delle soft skills, sul mercato si rileva un’evidente carenza delle hard skills. Ricordiamoci che con hard skills si intendono le competenze professionali e tecniche che si possono concretamente dimostrare, valutare e verificare.

È bene essere un Social Media Specialist comunicativo ed etico, che non trasformerà una nuova campagna pubblicitaria in un ennesimo scandalo. Ma se voi siete in grado di creare un content plan e non sapete assolutamente che cos’è un Ads manager, allora si mette male.

Il principale modo per restare competitivi nel corso di molti anni è continuare a imparare. Adesso, per definirsi un buon Social Media Specialist bisogna capire come funzionano il moderatore, il targetologo, il copywriter ecc. Potete combinare varie competenze o svilupparvi in un ambito ristretto. Gli specialisti di nicchia si apprezzano particolarmente nelle grandi aziende come Google e Yandex, dove per la realizzazione del design di una lettera lavora un intero reparto.

No al supporto formativo

Lectera.com si differenzia in modo cardinale dalle altre piattaforme per una diversa metodologia di insegnamento. Tutti gli altri modelli e piattaforme presenti sul mercato offrono principalmente solo supporto formativo.

Lo studente riceve un ingente volume di informazioni sottoforma di lezioni, webinar e video e poi deve svolgere un’enorme quantità di compiti a casa. Di norma questi esercizi non sono di gran valore per l’utilizzatore, poiché occupano quasi l’80% del tempo di formazione – questo viene chiamato supporto. In altre parole la persona paga letteralmente affinché qualcuno controlli i suoi compiti a casa.

I metodologisti di Lectera.ru hanno deciso di uscire da tale modello perché nella vita reale nessuno controlla i compiti a casa; a essere importante è solo quanto la persona sia in grado di influenzare gli affari con le proprie skills e il proprio professionalismo. Quindi qui il compito è uno: mettere in pratica tutte quelle abilità che ha appreso durante le nostre lezioni e che ha ricevuto dai materiali di sostegno.

Softskills

Sicuramente non possiamo dire che le abilità tecniche avanzate superino le soft skills. La statistica della piattaforma di formazione internazionale Lectera.com mostra che gli indirizzi più popolari tra gli studenti sono le vendite, le soft skill, le professioni dell’era digitare e il network marketing.

La tendenza generale appare così: gli specialisti che possiedono già determinate abilità, cercano di capire come sviluppare la propria carriera nel periodo della crisi, come aumentare il profitto e conquistare le sfere affini.

Negli istituti tradizionali gli studenti studiano la teoria, ma nessuno parla di come rivolgersi al direttore, gestire la corrispondenza commerciale, realizzare le proprie ambizioni e potenziale e, ovviamente, come parlare di denaro. Le piattaforme come Lectera.com permettono agli utilizzatori di migliorare le proprie soft skills in un tempo limitato, oppure di padroneggiare una nuova professione in qualche settimana. In questo modo agli studenti è data la possibilità di raggiungere i propri obiettivi professionali proprio quando ne hanno la necessità. Le moderne scuole online eliminano il tabù da questi temi e parlano con i collaboratori dei loro problemi. Questo aiuta a elaborare i complessi e a iniziare un’attività lavorativa tranquilla e sicura.

Denaro e comfort

La formazione classica consiste nei compiti a casa, nell’orario rigido e richiede grandi investimenti. Tuttavia, quando della consegna dei prodotti nel paese si occupano i robot e vengono testate le auto con guida autonoma, un simile approccio all’insegnamento sembra obsoleto.

Su Lectera.com lo studente studia con il ritmo e il formato che gli sono più comodi. Inoltre gli esperti di metodologia prendono in considerazione le caratteristiche del clip thinking dell’uomo moderno. Il metodo dei video di 10-15 minuti mira a far sì che la persona assimili l’informazione velocemente e sistematicamente. Una formazione regolare per 10-15 minuti al giorno può portare a risultati evidenti in 3-6 mesi. Purtroppo i vantaggi nel fatto che lo studente dorma costantemente per diversi anni durante le lezioni sono pochi, tranne che sul piano fisico.

I prezzi della formazione online sono di gran lunga più democratici rispetto a quelli della formazione offline. Qui è in funzione un’economia semplice: le scuole non devono affittare un luogo, non pagano la luce ed evitano altre spese. Gli stessi corsi di Lectera.com costano dai 50 ai 250 dollari in base a quante risorse sono state impiegate per la realizzazione del programma di studio. Inoltre, sulla piattaforma c’è un sistema di sconti e c’è anche un programma di affiliazione nell’ambito del quale gli utilizzatori ricevono uno sconto garantito del 50% sulla formazione.

Senza dubbio l’istruzione tradizionale ancora oggi rappresenta un valore per lo studente, in quanto aiuta ad ampliare l’erudizione generale, a mettere le basi e a dare ai giovani un margine di tempo per l’autodeterminazione. Tuttavia padroneggiare una vera professione è più facile già online.

 

FONTE: expert.ru 10/09/2021 – di Anna Kuklusova

Eleonora Groppi

Da quando ho avuto l’occasione di studiare la lingua e la cultura russe all’università, non ho mai smesso di innamorarmi di tutte le loro sfaccettature. Tradurre è per me un modo per rendere accessibile a tutti questa meravigliosa cultura.